spot_img
spot_img
spot_img
NotizieIl pizzaiolo Vincenzo La...

Il pizzaiolo Vincenzo La Porta: “Racconto i sapori e i prodotti di Raffadali e la filosofia della mia pizza”

E’ ancora vivo il ricordo dell’esperienza sanremese dove il giovane pizzaiolo agrigentino Vincenzo La Porta in occasione del festival della canzone italiana, per il secondo anno consecutivo, è stato presente come uno dei pizzaioli ufficiali di “Casa Sanremo”.

Essere stato selezionato per un appuntamento così importante si è rilevato un riconoscimento prestigioso, frutto sicuramente di un percorso professionale che si alimenta di continuo aggiornamento e formazione e che ha posto le basi sulla passione innata dei lievitati e su una lunga gavetta.

La vetrina nazionale per un appuntamento fortemente sentito dagli italiani e che catalizza per un’intera settimana l’attenzione dell’opinione pubblica gli ha consentito di far conoscere ad un pubblico più vasto i sapori, i profumi della sua terra siciliana e della provincia agrigentina e della sua Raffadali, dove gestisce con l’aiuto della famiglia la pizzeria “Le Fontanelle”.

Di ritorno da Sanremo ne abbiamo approfittato per porgli alcune domande e fare il bilancio di questa esperienza allo stesso tempo umana e professionale

Vincenzo per il secondo anno consecutivo a Sanremo, quali impressioni e sensazioni hai ricavato da quest’ulteriore esperienza?
È stata un’esperienza fantastica! Migliore del primo anno a livello professionale. C’era molta più gente e molti più artisti con cui ho avuto modo di confrontarmi, in più ho avuto la possibilità di conoscere e lavorare con altri colleghi siciliani e campani.

A Casa Sanremo era presente una forte rappresentanza del movimento della pizza siciliana, ritieni che questo rappresenti un momento di maturità e di crescita e di riconoscimento per tutto il movimento isolano?
Certamente! Siamo stati selezionati tanti pizzaioli siciliani questo vorrà dire che anche nella mia regione il concetto di pizza si sta evolvendo e stiamo avendo il giusto riconoscimento. La pizza siciliana a mio parere non deve essere un prodotto copia della pizza napoletana, infatti anche nel mio impasto utilizzo solo granì siciliani, che danno alla mia pizza il vero gusto autentico della Sicilia.

Quali contaminazioni professionali utili hai ricavato dal confronto con i tuoi colleghi provenienti da tutte le parti d’Italia, espressioni delle migliori competenze nel campo della pizza in ambito nazionale?
Credo che il confronto tra colleghi sia importante aiuta a migliorarsi ed affinare le proprie tecniche, torno da Sanremo sempre con idee nuove e migliorie relativamente al mio impasto, è proprio una ‘missione personale’ quella di renderlo il più digeribile possibile.

Da Raffadali sei riuscito a dare un’impronta con un nuovo approccio al mondo della pizza, pensi che la provincia sia stato l’ambiente favorevole per fare crescere un progetto d’innovazione che ha colto tra l’altro il favore di un pubblico vasto?
Certamente! Penso che la Sicilia abbia molto da offrire, in particolare la mia Provincia, anche se molto bistrattata e poco conosciuta a livello gastronomico può vantare dei prodotti eccezionali e unici. Cerco sempre di utilizzare i prodotti del mio territorio per farli conoscere anche ai miei ospiti in pizzeria. Spero che la mia presenza e quella dei miei colleghi a Sanremo, una vetrina formidabile, abbia favorito la conoscenza della nostra biodiversità siciliana unitamente ai suoi sapori inconfondibili.

© Riproduzione riservata

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli correlati

Ciro Salvo raddoppia a Napoli e apre 50 Kalò in Piazza della Repubblica

A dieci anni dalla nascita di 50 Kalò, Ciro Salvo raddoppia in città. Una nuova pizzeria, concepita...

Orgoglio Veneto, una pizza in aiuto dei territori alluvionati della regione

Pizza creata da Dino Forlin per aiutare chi ha subito danni e chi sta lavorando per ripristinare...

I migliori 5 stand al Tuttopizza 2024. Le sorprese e le novità di questa edizione

Tuttopizza è divenuto il luogo dove vengono definite le tendenze del settore pizza in Italia e come in...

Da De Martino, Pavone, Palmigiano e Pellone. I cooking show di Molini Riggi al TuttoPizza 2024

In occasione della 7a edizione del "TuttoPizza" di Napoli vi raccontiamo i cooking show di questi giorni...