spot_img
spot_img
HomePrimo PianoRosetta pizza e cantina:...

Rosetta pizza e cantina: il tempio della pizza nel centro di Catania

Rosetta pizza e cantina è una realtà giovane nel cuore della città di Catania, forgiata tuttavia sulle solide radici dell’esperienza dei suoi fondatori. Un vero e proprio tempio della pizza dove vivere un’esperienza degustativa che celebra il piatto più amato al mondo in un menù dove è protagonista, dall’antipasto al dolce, con tantissimi abbinamenti unici.

Rosetta pizza e cantina (viale delle Libertà al n.122 – tel. 095 7513721) a Catania, nasce da Marco Zuccarello lo scorso mese di luglio. Il comparto pizzeria è affidato al fratello Giovanni, autodidatta che ha appreso le sapienti tecniche che da tempo mette in atto, sia sui testi di panificazione più importanti che attraverso la pratica nel forno di famiglia. Tutto ebbe inizio tanti anni fa con la bisnonna Rosetta per l’appunto, proprietaria di un panificio. La coincidenza ha voluto che anche la moglie di Giovanni porti questo nome, per cui la scelta è ricaduta su questa insegna che racchiude in sè tutto l’amore e la gestione familiare di questo e degli altri locali degli Zuccarello.

Quello di Rosetta pizza e cantina è un menù più che variegato, dove la pizza è l’assoluta protagonista che intriga il palato dei clienti dal primo all’ultimo momento. Da Rosetta infatti vengono preparate, al fianco delle tradizionali pizze tonde; le varianti con tre cotture: al vapore, fritte ad aria senza olio e completate in forno, con un impasto ottenuto da farine semi-integrali di grani antichi per una resa più croccante e friabile; pizze brioche al tegamino con doppia cottura (vapore e forno) e tripla lievitazione, qui l’impasto è ottenuto tutto da semola siciliana e il risultato ha una consistenza particolarmente morbida; la cottura al tegamino viene poi riproposta anche negli antipasti e nella variante dolce della pizza. Una delle novità ottenute grazie agli impasti di Giovanni Zuccarello sono i mini panini cotti al vapore con varie farciture artigianali come quella del pulled pork, arricchito con purea di patate e fonduta di Parmigiano.

LEGGI ANCHE: La rivoluzione gastronomica dei lievitati di Frumento, ora anche a Catania

La parola chiave di Rosetta pizza e cantina è “ricerca”, una costante e accurata indagine di tutte quelle materie prime fresche, possibilmente locali, per ricette sia di terra che di mare, senza mai trascurare la tradizione. Per le farine si opta per il Molino Quaglia con le sue rinomate farine Petra ed eccellente è la scelta anche dei salumi, per i topping delle pizze, della pregiata linea Artemano di Levoni.

Una location calda, accogliente e luminosa, dove la selezione di vini è ben visibile al cliente che già pregusta  l’esperienza degustativa che si appresta a vivere. Circa 70 posti a sedere tra la sala interna e il dehors con colori vibranti, legno e pietre naturali che impreziosiscono il locale e omaggiano la bellezza della Madre Terra: dall’arredo al menù, ogni dettaglio è ideato con un design accattivante che riveli la vera essenza della cucina.

Ricerca, esperienza e creatività sono i pilastri portanti di Rosetta pizza e cantina. Dalla composizione delle portate alla selezione di vini proposta, tutto è pensato per rendere piacevole e indelebile l’esperienza a tavola. 

Da Rosetta pizza e cantina si è delineato un format vincente, fortemente incentrato sul binomio pizza/vini con degustazioni che accompagnano l’ospite iniziando dall’ antipasto e terminando con il dolce. Così la scelta di introdurre in menù anche varianti di pizza dolci e avvolgenti che traghettano sino alla fine del pasto. Al fianco della pizza vengono accostati vini che sprigionano sapori intensi al punto da catturare l’anima, nettari preziosi, alcuni dei quali nascono sulle pendici del vicino Etna, ma anche preziose bollicine francesi per un’offerta che possa accontentare davvero tutti. Così ai clienti vengono offerte esperienze gastronomiche di varie tipologie di pizza, cui corrispondono anche consistenze differenti, accostate ai vini che completano la proposta.

Ecco le pizze che abbiamo degustato per voi:

Parmigiana, pizza al tegamino con impasto a tutta semola siciliana, salsa di pomodoro siccagno siciliano, stracciatella, melanzana fritta ad aria, crema di pomodorini arrosto, parmigiano stagionato. Apparentemente una pizza classica, ma è la speciale cottura al tegamino che stravolge l’idea iniziale con la sua consistenza di una brioche.

Pizza brioche dolce, ricotta di bufala mantecata, gocce di cioccolato e zest di limone. La pizza dolce che intriga con il contrasto tra la dolcezza del cioccolato e l’acidità del limone, il tutto avvolto dalla cremosità della ricotta, tipica di tante ricette della tradizione pasticcera siciliana.

© Riproduzione riservata

Articoli correlati

Ciro Salvo raddoppia a Napoli e apre 50 Kalò in Piazza della Repubblica

A dieci anni dalla nascita di 50 Kalò, Ciro Salvo raddoppia...

Orgoglio Veneto, una pizza in aiuto dei territori alluvionati della regione

Pizza creata da Dino Forlin per aiutare chi ha subito danni...

I migliori 5 stand al Tuttopizza 2024. Le sorprese e le novità di questa edizione

Tuttopizza è divenuto il luogo dove vengono definite le tendenze del settore...