spot_img
spot_img
spot_img
NotizieProtocollo d'intesa, con protagonista...

Protocollo d’intesa, con protagonista la pizza, tra le città di Ferrara e Pompei

Da Ferrara provengono le farine utilizzate da molti pizzaioli napoletani in Campania. Nasce così la volontà di creare un patto di collaborazione con Pompei e per questo è stato firmato dal sindaco ferrarese Alan Fabbri e quello di campano, Carmine Lo Sapio.

Il protocollo d’intesa impegna i due enti, anche in collaborazione con l’azienda Molini Pivetti di Renazzo (Ferrara) e con il pizzaiolo Vincenzo Iannucci, a mettere in campo attività e progetti volti a inserire tra le attività didattiche e culturali delle scuole dei rispettivi territori “L’Arte del Pizzaiuolo Napoletano”, unite anche dai valori che sottendono ai riconoscimenti Unesco come patrimonio dell’Umanità, di cui entrambe le città sono insignite.

L’obiettivo è quello di attivare specifiche collaborazioni coinvolgendo anche gli istituti alberghieri delle due città, punti di riferimento del settore agro-alimentare, per promuovere percorsi scolastici dedicati alla figura del pizzaiolo, in un’ottica di sviluppo occupazionale per le giovani generazioni.

LEGGI ANCHE: A Pompei scoperto su un affresco l’antenato della pizza napoletana

Lo scorso anno a Pompei fu ritrovato un affresco di 2000 anni fa in cui è stata raffigurata una focaccia condita con spezie e frutta. Gli studiosi avanzano l’ipotesi di un lontano antenato della pietanza moderna: la pizza. Si suppone, infatti, che accanto a un calice di vino, posato su un vassoio di argento, sia raffigurata una focaccia di forma piatta che funge da supporto per frutti vari (individuabili un melograno e forse un dattero), condita con spezie o forse piuttosto con un tipo di pesto (moretum in latino), indicato da puntini gialli e ocra. Inoltre, presenti sullo stesso vassoio, frutta secca e una ghirlanda di corbezzoli gialli, accanto a datteri e melograni. Si tratta della raffigurazione di xenia, ovvero di doni ospitali, secondo una tradizione greca, risalente al periodo ellenistico (III-I secolo a.C.).

© Riproduzione riservata

spot_img
spot_img
spot_img

Articoli correlati

Cimarra 4 la pizza romana senza glutine e cocktail originali a Monti

Mathew Myladoor e Renato Strazzeri creano nello storico rione un concept di pizzeria di quartiere, con una...

Quarta apertura per il “Re dei supplì”che adesso punta sui fritti

Venanzo Sisini, il “Re dei supplì”, ha aperto il quarto indirizzo suggellando la collaborazione con l’imprenditore Marco...

PizzBurgh e Francesco Arena insieme per la pizza “Gran Messina”, un connubio di sapori e tradizione

Nasce la pizza Gran Messina dedicata alla città. Da un'idea di Mirko Iannello e Francesco Arena. Alla...

La Guida agli Extravergini 2024: da 24 anni uno strumento per far conoscere oli, storie e territori

Un lavoro di squadra: 125 collaboratori in tutta l'Italia hanno recensito 686 aziende segnalando 1071 oli extravergini...