spot_img
spot_img
spot_img
NotiziePizzaUp 2023: aperte le...

PizzaUp 2023: aperte le iscrizioni per i professionisti dell’arte bianca

Aperte le iscrizioni per professionisti per la 18esima edizione del simposio tecnico sulla pizza italiana contemporanea organizzato da Petra Molino Quaglia: PizzaUp 2023.

Sono aperte le iscrizioni per professionisti della diciottesima edizione di PizzaUp®, l’unico simposio tecnico sulla pizza italiana contemporanea organizzato da Petra Molino Quaglia e dedicato agli specialisti della pizzeria italiana ed estera, che si tiene dal 2007.

Avrà luogo lunedì 6 e martedì 7 novembre per il secondo anno consecutivo presso gli East End Studio di Milano (Via Mecenate, 88/A), sarà un palcoscenico all’avanguardia ricco di attività da non perdere: quattro chef’s table, due laboratori, e vari panel per tracciare nuovi orizzonti intorno al piatto italiano per antonomasia. La partecipazione a PizzaUp® è riservata esclusivamente a pizzaioli titolari, soci o dipendenti di pizzerie e gestori non pizzaioli delle medesime e, la sera del 6, si aprirà al pubblico con una grande festa, dall’aperitivo a mezzanotte, e un palco sul quale passeranno artisti e personaggi dal mondo della cultura (e non solo). È possibile iscriversi a PizzaUp® come professionista QUI.

LEGGI ANCHE: Al via la quarta edizione di Pizza Challenge targata Roma

PizzaUp® riunirà ancora una volta pizzaioli di taglio contemporaneo e li metterà a confronto tra di loro e con esponenti del mondo della stampa e della cultura, affrontando tematiche dai risvolti tecnici e sociali. L’edizione 2023 avrà come fil rouge le “emozioni” e affronterà i cambiamenti nelle scelte dei consumatori, volte alla ricerca di esperienze gastronomiche gratificanti sul piano nutrizionale e coinvolgenti. 

Per i professionisti che prenderanno parte a questo stimolante lavoro di squadra, PizzaUp® proporrà inoltre la definizione di quattro stili espressivi di pizza, emersi nella crescita fenomenica della cucina italiana: sono la pizza per degustazioni a tema, la pizza neoclassica, la pizza territoriale e la pizza collettiva; tipologie fondate sulla qualità e sull’immagine del prodotto, connubio di sostanza e forma, con particolare attenzione alla bontà del piatto e alla diversità, anche emotiva, dell’esperienza gastronomica.

I partecipanti di PizzaUp® avranno inoltre l’opportunità di usufruire di una serie di attività ad hoc a loro dedicate, tra cui il salotto della stampa e il servizio streaming in diretta per registrare interviste, scattare fotografie ed effettuare riprese video, per rendere il loro contributo fruibile tutto l’anno. Partecipare alla due giorni come professionista significa lavorare in squadra per migliorare la qualità, dialogare con i nuovi attori della cucina italiana, sperimentare nuove farine e impasti, essere parte di prestigiosi chef’s table, venire a conoscenza dei nuovi trend economici e imparare a gestire efficacemente i social network.

© Riproduzione riservata

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli correlati

Nessun cambio per la 50 Top Pizza. Un’altro ex aequo per Vitagliano e Martucci

La sua 10 Pizzeria di Bagnoli a Napoli condivide il gradino più alto del podio della 50...

I volti della Caputo‘s Cup al Coca-cola Pizza Village di Napoli

Al Coca-cola Pizza Village di Napoli abbiamo avuto modo di intervistare pizzaioli provenienti dai quattro angoli del...

In Sicilia la pizzeria Saccharum è la migliore per 50 Top Pizza

Non si fermano i riconoscimenti per Saccharum, pizzeria ad Altavilla Milicia, a pochi chilometri da Palermo, del pizzaiolo Gioacchino...

Da Svario la pizza romana si esalta con i cocktail

L’abbinamento tra pizza e cocktail è uno dei trend dominanti nella scena contemporanea. Per bilanciare alcuni topping...