spot_img
spot_img
spot_img
HomePizza del WeekendPizza del weekend: la...

Pizza del weekend: la pizza con il ragù napoletano di Vincenzo Esposito

Pizza del weekend questa settimana approda a Napoli e precisamente presso la Pizzeria Carmnella, un luogo dove la passione per la pizza si unisce all’amore per il territorio e per la gastronomica tradizionale napoletana.

 Pizzeria Carmnella nasce nel lontano 1892, quando la bisnonna di Vincenzo Esposito, Carmela Sorrentino (Carmnella), aprì una cantina dove serviva cucina napoletana e pizze fritte.

Oggi nella mani di Vincenzo, artista creativo e genuino dell’arte bianca, nel cuore verace di Napoli propone le sue ottime pizze che parlano dell’antica tradizione napoletana, del territorio in cui si trova e dei suoi sapori veraci capaci di condurre il cliente verso un viaggio sensoriale unico nel suo genere.

Vincenzo Esposito, Pizzeria Carmnella

LEGGI ANCHE: Pizza del weekend: Montanara 2.0 la pizza fritta dall’anima verace di Vincenzo Durant

“Troppo napoletana” così ama definire la sua pizza, impreziosita da materie prime selezionate con cura e valorizzate su un disco di un impasto, lievitato e cotto secondo i canoni dello stile partenopeo. Proprio come la sua pizza, Elena Ferrante.

“Il nome di questa pizza richiama le origini ovvero, alla ricetta di un piatto della tradizione gastronomica napoletana domenicale. Dedicata a una donna che ha contribuito a rendere Napoli famosa in tutto il mondo grazie ai suoi romanzi” dichiara Vincenzo Esposito.

Impasto

1 kg di farina 00

750 ml di acqua fredda

3 gr di lievito

30 gr di sale

Versare prima il lievito nella farina, aggiungere l’80% dell’acqua e iniziare ad impastare; dopo aggiungere la parte rimanente poco alla volta (lo stesso procedimento se si usa una planetaria) per un totale di 15 minuti di lavorazione. Gli ultimi 3 minuti versare il sale e poi l’acqua, poi lasciare riposare l’impasto per almeno 1/2 ore. Successivamente formare i panetti e attendere 6/8 ore.

Forno a 220-230°

Topping

Ragù napoletano in cottura per 6/8 ore a fiamma lentissima e che contiene carne di manzo, cipolla e olio extra vergine d’oliva (da cui si formeranno le polpettine)

Ricotta fresca all’uscita

Pomodoro

Mozzarella

Basilico,

Pepe nero macinato

Olio extra vergine d’oliva

Abbinamento

L’abbinamento fra vino e ragù napoletano è si risolve con un’unica certezza: un vino rosso di grande struttura come il Taurasi Docg, elegantissimo rosso prodotto da uve Aglianico, riesce a combinarsi perfettamente con la vivace struttura del piatto.

© Riproduzione riservata

Articoli correlati

Errico Porzio apre un’altra pizzeria a Nola in provincia di Napoli

Errico Porzio ha aperto l'ennesima pizzeria. Il locale si trova a Nola, sulla Variante 7 bis e...

Cédric Grolet, il pasticcere più famoso dei social, apre un nuovo bar a Parigi

Uno dei pasticceri più famosi al mondo e dei social, Cédric Grolet, apre un nuovo bar a...

Giorgio Cecchini vince la puntata dedicata all’Umbria de Il Forno delle Meraviglie in onda su Real Time

Giorgio Cecchini, proprietario del Forno “Cecchini dal 1958” di Marsciano, a vincere l’ultima puntata de “Il Forno...

Arriva la pizza con lo champagne al posto dell’acqua nell’impasto

Due bottiglie di Veuve Clicquot Brut vengono utilizzate per creare un'impasto per un totale di circa 30 pizze. I proprietari...