spot_img
spot_img
spot_img
Pizza del WeekendPizza del weekend: Alalunga...

Pizza del weekend: Alalunga alla brace senza la brace di Gioacchino Gargano

Pizza del weekend questa settimana approda in Sicilia con una creazione ricca di gusto e consistenze, nata dall’idea del pizzaiolo Gioacchino Gargano.

Elevata idratazione, lunga lievitazione che rendono la pizza alveolata e ben digeribile, l’utilizzo di prodotti di alta qualità e combinati con creatività, sono gli elementi essenziali che contraddistinguono la maestria e la bontà delle creazioni di Gioacchino Gargano, chef prestato all’arte bianca, patron della pizzeria Saccharum (Via Marina della Bruca 1, Altavilla Milicia – 091 9103210) un luogo dove la pizza incontra l’arte dell’alta cucina e delle bollicine.

Alalunga alla brace senza la brace è la pizza protagonista di questo weekend. Una pizza dall’impasto davvero speciale e molto invitante presente nella sezione del menu Spick&Crock per via della sua duplice consistenza: una crosticina croccante e l’interno morbido, un’ottima base per giocare con i condimenti più vari e gourmet.

Una pizza dunque differente, pensata per regalare un morso croccante ma soffice, aromatico e delicato che come dichiara Gargano: “Si rivela un’ottima preparazione da replicare anche a casa, croccante e semplice da realizzare”.

LA RICETTA

Tempo: un giorno prima per fare il prefermento e la miscela di olio, scarti di pesce ed erbe aromatiche. Un’ora per la stesura, farcitura e cottura.

IMPASTO

1 kg di farina di forza, 800 ml di acqua a temperatura ambiente, 2 gr di lievito, 20 gr di sale

TOPPING

Provola affumicata, alalunga marinata, datterino rosso semi dry, cipolla marinata, foglie di cappero e finger lime.

PROCEDIMENTO

Il giorno prima viene realizzato il prefermento con 800 gr di farina messo poi in una cantinetta a una temperatura di 20° per 20/24 ore. Trascorso il tempo necessario verrà inserito in un’impastatrice e verrà aggiunta la restante parte di farina di tipo 1 (200gr) per il rinfresco e l’acqua a temperatura ambiente.

Dopo si passa a una precottura a una temperatura di 280° così da arrivare a una cottura pari all’80%. Quando il prodotto si è raffreddato si consiglia di inserirlo in congelatore se non usato subito, per poi essere infornato quando serve (insieme alla provola affumicata) a una temperatura di 260° per 5 minuti .

Una volta steso l’impasto si procede con la farcitura: alalunga marinata, datterino rosso semi dry, cipolla marinata, foglie di cappero e finger lime.

Il pesce viene lavorato con una marinatura a secco di sale e zucchero di canna e poi impreziosito con una miscela davvero particolare, che dovrà stare in frigo per un’intera notte: tutti gli scarti del pesce vengono arrostiti e messi in infusione sott’olio con diversi aromi come origano, alloro e prezzemolo. Il sapore simulerà quello della brace ecco perchè la scelta del nome “Alalunga alla brace senza la brace“. Dopo il pesce verrà lavato, asciugato e tagliato a carpaccio.

ABBINAMENTO: un calice di bollicine di Champagne Brut Grand Cru “Blanc de Blancs” – Juillet Lallement, realizzato con uve di Chardonnay. Morbido, di vibrante sapidità e con una lunga persistenza aromatica.

PREZZO: 18,00 euro

© Riproduzione riservata

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli correlati

Pizza Village 2024, Napoli esplode di gusto e musica

Il primo weekend del Pizza Village 2024 è un successo strepitoso, Napoli esplode di gusto e musica...

Pizza Week Milano 2024: il futuro della pizza è qui

Un'occasione unica per scoprire i segreti delle migliori pizze, le nuove tendenze del settore e gli abbinamenti...

Gambero Rosso presenta la Guida Pane e panettieri d’Italia 2025

La sesta edizione della Guida di Gambero Rosso è un elogio agli artigiani, capaci di far fronte...

Mario Nyari: “I giovani ungheresi vengono a Napoli per imparare i segreti della pizza”

Quest'anno abbiamo avuto il piacere di intervistare dei ragazzi che sono venuti a Napoli dall'Ungheria per imparare...