spot_img
spot_img
spot_img
PasticceriaL'evoluzione del croissant, una rivoluzione di gusto e forma

L’evoluzione del croissant, una rivoluzione di gusto e forma

Il croissant, simbolo di una colazione continentale perfetta, sta vivendo una vera e propria rivoluzione. Non più solo un semplice cornetto dorato e fragrante, ma un vero e proprio campo da gioco per la creatività dei pasticceri.

Torino si conferma capofila di questa evoluzione con due creazioni innovative: il Crubik e la Sfera della Farmacia del Cambio. il Crubik è un cornetto cubico ripieno di crema pasticcera, nato dalla collaborazione con il campione mondiale di bakery Bedros Kabranian. La sua forma geometrica e il gusto avvolgente lo hanno reso un vero e proprio successo internazionale. la Sfera è l’ultima frontiera della sperimentazione, un croissant sferico ripieno di gianduja che rappresenta la continua ricerca della perfezione da parte della Farmacia del Cambio. La sua forma, priva di spigoli, simboleggia un’esperienza di gusto senza interruzioni. La tendenza all’innovazione non si limita all’Italia. Il flatcroissant, una “sottiletta” di pasta sfoglia da pucciare in creme e condimenti, spopola negli Stati Uniti e su TikTok. Pasticcerie in Filippine e Canada propongono varianti sempre più creative, dimostrando la diffusione globale di questa nuova frontiera del croissant.

LEGGI ANCHE: Magma, il cornetto più caro al mondo che omaggia il Vesuvio

Famolo strano! “Questa è la parola d’ordine della pasticceria moderna, che non si accontenta più della tradizione. La ricerca di nuove forme, sapori e combinazioni è la chiave per conquistare un pubblico sempre più esigente e alla ricerca di esperienze sensoriali uniche. Ci si può aspettare di tutto, da ripieni inediti a geometrie impossibili. L’unica certezza è che questo dolce continuerà ad essere amato e reinterpretato in modi sempre nuovi. L’evoluzione del croissant non è solo una questione di gusto, ma anche di estetica e originalità. Le nuove forme e i nuovi sapori sono un modo per attirare l’attenzione e per creare un’esperienza memorabile per il cliente. Un esempio di come la tradizione possa essere reinterpretata in chiave moderna e innovativa, senza mai perdere di vista il gusto e l’originalità.

© Riproduzione riservata

spot_img
spot_img
spot_img

Articoli correlati

La Guida agli Extravergini 2024: da 24 anni uno strumento per far conoscere oli, storie e territori

Un lavoro di squadra: 125 collaboratori in tutta l'Italia hanno recensito 686 aziende segnalando 1071 oli extravergini...

La pizzeria l’elementare fa poker: apre nella capitale la quarta sede a testaccio

La pizzeria L'elementare continua la sua espansione nella Capitale, e apre la sua quarta sede a Testaccio. Segue inarrestabile...

Pasquale Miele, da Mirandola al Campionato Mondiale della Pizza

Pasquale Miele, patron della pizzeria "Da Pasquale" di Mirandola, in provincia di Modena, un vero e proprio tempio della...

La sfogliatella si fa salata, un’eresia o una felice contaminazione?

La sfogliatella, nata come dolce conventuale con la forma che ricorda il cappuccio di un monaco, si...