spot_img
spot_img
spot_img
HomeNotizieL'Associazione Verace Pizza Napoletana...

L’Associazione Verace Pizza Napoletana approva il forno rotante 

L’Associazione Verace Pizza Napoletana approva il forno rotante con l’ufficializzazione al pubblico e agli addetti ai lavori è prevista nell’ambito del Bufalafest, in programma l’8 settembre a Napoli.

Un sistema che consente di cuocere più pizze contemporaneamente, gestendo in modo comodo la rotazione delle stesse, con un oggettivo risparmio di tempo, un aumento concreto della produttività e con risultati qualitativamente ineccepibili. È questa in sintesi la definizione che si potrebbe dare del forno “Marana Rotoforno SU&GIU”, primo rotante proprio in questi giorni approvato dall’Associazione Verace Pizza Napoletana.

Il forno rotante in grado di facilitare le operazioni di infornata e al tempo stesso apportare vantaggi in termini di produttività, riducendo anche i tempi di attesa della clientela. Il tutto nel pieno rispetto degli standard definiti dal disciplinare della Vera Pizza Napoletana, universalmente riconosciuto come il testo di riferimento quando si parla di autentica pizza napoletana. 

“La tecnologia a supporto della qualità – afferma Antonio Pace, Presidente dell’Associazione Verace Pizza Napoletana – è uno degli asset fondamentali che identificano la nostra associazione. Per questo motivo ci impegniamo costantemente per migliorare la qualità del prodotto e parallelamente per supportare i nostri pizzaioli, in termini di gestione delle tempistiche e ottimizzazione dei risultati. Un impegno che si concretizza con l’approvazione dell’utilizzo del forno rotante che non è certo sostitutivo di quello statico ma ne rappresenta un’interessante alternativa. Abbiamo ovviamente provveduto a testare questo strumento, apprezzandone l’accurata gestione della cottura, grazie alle sue funzioni innovative quali il controllo della velocità di rotazione e il mantenimento della temperatura.”

LEGGI ANCHE: La Scuola Italiana Pizzaioli crea un centro di formazione in Messico

Sono infatti tre le principali caratteristiche tecniche che caratterizzano la validità del Marana TuttoTondo SU&GIU: la piastra girevole, che garantisce una cottura omogenea su tutta la superficie dell’impasto; il sistema di alzata che permette di regolare l’altezza della pizza in cottura; il controllo della temperatura, che assicura le medesime condizioni di calore in ogni momento del servizio. Il forno rotante si presenta così come un’efficace opzione al forno tradizionale e si pone a supporto del fornaio per valorizzare ancora di più questa figura professionale, sempre più richiesta dal mercato.

AVPN e Marana daranno vita ad un percorso formativo dedicato ai giovani e alle nuove leve che vorranno avvicinarsi a questo mestiere.  

© Riproduzione riservata

Articoli correlati

Errico Porzio apre un’altra pizzeria a Nola in provincia di Napoli

Errico Porzio ha aperto l'ennesima pizzeria. Il locale si trova a Nola, sulla Variante 7 bis e...

Cédric Grolet, il pasticcere più famoso dei social, apre un nuovo bar a Parigi

Uno dei pasticceri più famosi al mondo e dei social, Cédric Grolet, apre un nuovo bar a...

Giorgio Cecchini vince la puntata dedicata all’Umbria de Il Forno delle Meraviglie in onda su Real Time

Giorgio Cecchini, proprietario del Forno “Cecchini dal 1958” di Marsciano, a vincere l’ultima puntata de “Il Forno...

Arriva la pizza con lo champagne al posto dell’acqua nell’impasto

Due bottiglie di Veuve Clicquot Brut vengono utilizzate per creare un'impasto per un totale di circa 30 pizze. I proprietari...