spot_img
spot_img
spot_img
HomeNotizieLa pizza contemporanea di...

La pizza contemporanea di Brucio, protagonista nel verace quartiere di Testaccio

La pizza contemporanea di Brucio ancora protagonista a Roma con una nuova apertura presso il verace quartiere di Testaccio, tanti coperti e un menu davvero sorprendente.

Dopo il grande successo per la grande apertura nel centro di Roma, in Piazza delle Coppelle, Brucio ha deciso di farsi in due con un’altra pizzeria in Via degli Stradivari, in zona Testaccio. Un progetto nato da Antonio Scorzafava che ha coinvolto, nella parte operativa del locale, gli amici e soci Alessandro Nanni e Giorgio Vergari, oltre ad aver puntato sull’esperienza e sul talento di Giorgio Faga cuoco, e Alessandro Avato, pizzaiolo.

Ecco che prende vita il nuovo locale di ben 400 metri quadrati, con grandi vetrine ad angolo, divisi tra pizzeria e laboratorio per la produzione e la preparazione. In tutto si trovano all’interno 50 coperti esterni e 80 nello spazio interno con, in fondo alla sala, la pizzeria a vista.

Non manca l’angolo dedicato ai cocktail dove il barman giocherà tra diverse miscelazioni e lievitati in abbinamento. Il menù è lo stesso con protagonista la sua pizza contemporanea in combinazione con la creatività e le materie prime che caratterizzano grandi piatti della cucina italiana che Antonio ama realizzare curando ogni aspetto della preparazione: 30 ore di maturazione in massa per un impasto al 72% di idratazione che è il risultato di un mix di farine umbre bio dell’azienda Molini Fagioli, lievito di birra secco per una buona riuscita costante.

L’offerta gastronomica proposta spazia dalle pizze classiche come la margherita, la bufala, la diavola, capricciosa, marinara, patate e salsiccia, amatriciana, carbonara alle gourmet come vichyssoise e cavolo nero, zucca e ciauscolo, anatra e cardamomo, spigola, porcini e tartufo.

Tanti anche i fritti, dal Brucio fritto (Conetti di pizza fritta ripieni: Broccoli e salsiccia; Margherita; Trippa) ai due grandi classici: supplì e crocchetta di patate. Pizzeria e cucina in perfetta combinazione per un’esperienza gastronomica vincente.

© Riproduzione riservata

Articoli correlati

Intesa Sanpaolo finanzia 10 milioni di euro da investire in sostenibilità all’industria casearia Ferrari Giovanni S.p.A.

Intesa Sanpaolo ha perfezionato un finanziamento di 10 milioni di euro con Garanzia di SACE al 90%...

Al siciliano Gioacchino Gargano il premio ‘Pizza e Mediterraneo’ della Guida Pizza & Cocktail Bar D’Autore di Identità Golose

Gioacchino Gargano, della pizzeria Saccharum ad Altavilla Milicia, a pochi chilometri da Palermo, conquista tutti con il suo...

Molino Dallagiovanna debutta a Identità Milano 2024 in una tre giorni di incontri e approfondimenti

Molino Dallagiovanna fa il suo debutto al Congresso di Identità Milano 2024, la cui diciannovesima edizione è in...

Protocollo d’intesa, con protagonista la pizza, tra le città di Ferrara e Pompei

Da Ferrara provengono le farine utilizzate da molti pizzaioli napoletani in Campania. Nasce così la volontà di...