spot_img
spot_img
spot_img
HomeNotizieLa pizza, con i...

La pizza, con i dovuti accorgimenti, ottimo alimento anche durante la dieta

Mangiare una pizza è compatibile quando si segue un regime di dieta ma attenzione ai condimenti utilizzati.

Con l’arrivo di marzo e l’estate dietro l’angolo, scatta per tanti l’ora delle diete e degli allenamenti intensivi in palestra per perdere i chili di troppo accumulati durante i mesi invernali, in modo da farsi trovare pronti per l’agognata prova costume. Spesso tra gli alimenti eliminati c’è la pizza, amatissima dagli italiani, ma considerata altamente calorica.

In realtà non è proprio così e a spiegarlo, in un articolo di oggi della Gazzetta dello Sport, è stata la dottoressa Paola De Luca, nutrizionista presso RAF First Clinic e ricercatrice dell’IRCCS Ospedale Galeazzi-Sant’Ambrogio di Milano.

“La pizza – ha puntualizzato la la dottoressa Paola De Lucapuò essere preparata con ingredienti semplici e di qualità, specie se fatta in casa, costituendo una sana alternativa alle pizze dei fast food spesso più grasse e caloriche. Le calorie di una pizza variano dalle 700 alle 1500 kcal e dipendono dal tipo di impasto, di farina e di aggiunte extra. All’interno di una dieta ipocalorica non serve necessariamente limitarsi a una marinara, a base cioè di pomodoro e origano, ma si può optare per pizze margherite con l’aggiunta di verdure. Le pizze da evitare sono quelle con prodotti in scatola, spesso di scarsa qualità, o con salsiccia, bacon, wurstel e formaggi molto grassi. Bene invece per quella con bresaola, rucola e grana o verdure grigliate. Anche la prosciutto e funghi è una pizza da non bandire.”

“Per abbattere l’elevato indice glicemico apportato dalla pizza – ha proseguito la nutrizionista- ci vengono in aiuto le farine integrali, più salutari in quanto contengono una percentuale di fibra che manca nelle farine raffinate, le quali, oltre a essere più caloriche hanno anche un potere infiammatorio maggiore. Inoltre bisogna fare attenzione a non unire al pasto in cui si mangia la pizza anche le patatine e la birra o bibite zuccherate, tutti prodotti a elevato indice glicemico e forte potere calorico. Una buona abitudine è quella di mangiare prima della pizza un piatto di verdure crude e croccanti come finocchio o carote. In questo modo si limita l’assorbimento dei carboidrati della pizza oltre a raggiungere prima il senso di sazietà, evitando di dover ricorrere al dolce di fine pasto che andrebbe ad aumentare il carico calorico e di zuccheri ingeriti”.

In conclusione, quindi, la pizza con i dovuti accorgimenti è compatibile con la dieta.

© Riproduzione riservata

Articoli correlati

Errico Porzio apre un’altra pizzeria a Nola in provincia di Napoli

Errico Porzio ha aperto l'ennesima pizzeria. Il locale si trova a Nola, sulla Variante 7 bis e...

Cédric Grolet, il pasticcere più famoso dei social, apre un nuovo bar a Parigi

Uno dei pasticceri più famosi al mondo e dei social, Cédric Grolet, apre un nuovo bar a...

Giorgio Cecchini vince la puntata dedicata all’Umbria de Il Forno delle Meraviglie in onda su Real Time

Giorgio Cecchini, proprietario del Forno “Cecchini dal 1958” di Marsciano, a vincere l’ultima puntata de “Il Forno...

Arriva la pizza con lo champagne al posto dell’acqua nell’impasto

Due bottiglie di Veuve Clicquot Brut vengono utilizzate per creare un'impasto per un totale di circa 30 pizze. I proprietari...