spot_img
spot_img
spot_img
HomeNotizieJulietta Pastry and Lab,...

Julietta Pastry and Lab, la prima pasticceria gourmet vegetale apre a Roma

Da un’idea di Valentina de Matteis, ideatrice e frontwoman di Romeow Cat Bistrot, oggi prende vita Julietta Pastry and Lab, la prima pasticceria gourmet vegetale a Roma.

Julietta Pastry and Lab vuole essere una pasticceria di quartiere con un cuore internazionale, un luogo altamente inclusivo, non riservato esclusivamente a persone che non consumano prodotti di origine animale, per motivi etici o di salute. Si trova in via Francesco Negri 25\27, nel vivace e colorato quartiere Ostiense, proprio accanto al ristorante Romeow cat Bistrot.

“Il desiderio era quello di creare una pasticceria gourmet nel pieno rispetto per la vita, per gli animali, per il nostro pianeta, che riuscisse a comunicare l’amore per i viaggi e la scoperta. Un nuovo luogo per condividere la nostra passione per le eccellenze e il nostro impegno per la sostenibilità”, spiega l’ideatrice Valentina de Matteis, romana di nascita, cittadina del mondo, sognatrice e attivista.

Julietta non è solo una pasticceria, ma anche un luogo rilassante, accogliente ed elegante per scoprire prodotti artigianali, come i formaggi vegetali e i fermentati. Un locale di circa 170 mq, di cui 90 mq di laboratorio e il resto dedicato alla sala pasticceria e allo shop.

Al suo interno propone una pasticceria di ispirazione francese: macarons, New York rolls, maritozzi, torte (anche crudiste) e monoporzioni, biscotti, mousse, lievitati e per le festività anche il panettone e la pastiera, tutto rigorosamente vegan.

Uno spazio importante è dedicato alla fermentazione, affidata a Simone Salvo, tra verdure fermentate e kombucha. Questa produzione artigianale non solo fa parte dell’offerta di Julietta, ma serve anche al rifornimento dell’adiacente ristorante Romeow Cat Bistrot: un processo che punta ad un’autoproduzione delle materie prima vegetali di grande qualità.

Nello shop sono disponibili anche altri prodotti a marchio Julietta realizzati nel laboratorio, come insaporitori vegetali homemadegranolafrutta secca tostatamarmellate e molto altro. Capitolo a parte per le salse: presenti i grandi condimenti vegetali che negli hanno reso celebre Romeow, come la crema di noci macadamia, il loro incredibile pesto, il ragù di funghi e la salsa ‘stonnata’.

LEGGI ANCHE: Gioielli in cioccolato, la nuova creazione del ristorante Da Vittorio per Nove25

Nella parte beverage dello shop, presenti una selezioni di vini naturali e ‘Julietta – Amore Amaro’, l’amaro autoprodotto by Julietta Pastry and Lab.

Per questo Natale 2023, Julietta Pastry and Lab firma il suo primo panettone, ovviamente rigorosamente plant based. Un prodotto artigianale (lavorato dalle sapienti mani di Lorenzo Carbone, ex Breaking Bread e oggi nelle cucine di Romeow e Julietta), realizzato solo con ingredienti naturali (senza additivi e miglioratori) e senza proteine di origine animaleGli ingredienti sono lievito madre, farina di alta qualità, latte di soia, vaniglia Bourbon da bacca, margarina vegetale biologica (non idrogenata e senza olio di palma) che conferisce all’impasto un sapore unico che ricorda la frutta secca. Il profumo poi è inebriante: merito in primis di una miscela di spezie studiata nel dettaglio (bacche, semi profumati, agrumi).

Il risultato finale è un panettone vegetale molto soffice e alveolato al punto giusto. Il primo panettone di Julietta Pastry & Lab è in edizione limitata, dunque rigorosamente da preordinare e ritirare in negozio (€ 28 – 800 gr.), disponibile in due versioni: uno classico con i canditi e uno al cioccolato.

© Riproduzione riservata

Articoli correlati

Intesa Sanpaolo finanzia 10 milioni di euro da investire in sostenibilità all’industria casearia Ferrari Giovanni S.p.A.

Intesa Sanpaolo ha perfezionato un finanziamento di 10 milioni di euro con Garanzia di SACE al 90%...

Al siciliano Gioacchino Gargano il premio ‘Pizza e Mediterraneo’ della Guida Pizza & Cocktail Bar D’Autore di Identità Golose

Gioacchino Gargano, della pizzeria Saccharum ad Altavilla Milicia, a pochi chilometri da Palermo, conquista tutti con il suo...

Molino Dallagiovanna debutta a Identità Milano 2024 in una tre giorni di incontri e approfondimenti

Molino Dallagiovanna fa il suo debutto al Congresso di Identità Milano 2024, la cui diciannovesima edizione è in...

Protocollo d’intesa, con protagonista la pizza, tra le città di Ferrara e Pompei

Da Ferrara provengono le farine utilizzate da molti pizzaioli napoletani in Campania. Nasce così la volontà di...