spot_img
spot_img
spot_img
Nuove ApertureIl Circolino del Pane,...

Il Circolino del Pane, il nuovo progetto di Davide Longoni

Il Circolino del Pane è il nuovo e interessante progetto di Davide Longoni, uno dei padri della panificazione moderna, che avrà sede a Milano.

Davide Longoni nel suo costante lavoro di ricerca intorno al pane ha voluto imprimere nel suo prezioso lavoro il recupero dell’antica tecnica di lievitazione naturale con pasta madre e utilizzando farine agricole biologiche.

Il suo obiettivo è quello di inserire questa prelibatezza che da secoli caratterizza l’alimentazione sana e gustosa di tutto il mondo in una dimensione sensoriale complessa, fatta di sapori e profumi. Un lavoro dunque fatto di passione e amore che si esprime nelle sue molteplici forme e creazioni realizzate nelle sue sei botteghe. Da oggi però la lavorazione del pane in combinazione con l’arta nelle sue declinazioni sarà protagonista in uno spazio interamente dedicato.

Il Circolino del pane sarà un luogo pensato per la condivisione e la ricerca (da qui infatti la scelta del nome “circolino”) intorno alla cultura del pane infatti, verranno ospitati piccoli gruppi, cene, degustazioni, corsi di ceramica o di cucina. Tutte le conversazioni saranno incentrate sulla sensorialità del pane e del cibo, attraverso dei veri e propri percorsi di approfondimento sulle infinite proprietà e sensazioni gusto-olfattive che possono regalare a chi si appresta a degustarli.

LEGGI ANCHE: Panificio Grazioli e il recupero delle antiche ricette verso una nuova evoluzione della panificazione artigianale lombarda

Lo spazio è stato ideato assieme alla designer Astrid Luglio, ricavato all’interno di uno dei magazzini del quartiere ex-industriale di via Tertulliano 68, dove si trovano anche lo spaccio e il laboratorio di Davide Longoni.  

Un luogo dove arte, design e cucina si incontrano in ogni elemento a partire dall’isola centrale che funzionerà anche da tavolo, e un blocco a parete pensato esclusivamente per l’impasto, la lievitazione e la conservazione delle farine.

I colori si fondono perfettamente con l’intero spazio e arredi di design, così da avvolgere in un caldo abbraccio di profumi e sapori chi si appresta ad entrare.

Anche gli elettrodomestici usati provengono dalla firma di uno dei più grandi brand svizzeri V-ZUG, forniti da Frigo 2000 I High Performance Kitchen, dotati di tecniche di cottura professionali brevettate, mentre il progetto di fotografia è curato da Stefania Zanetti, quello di comunicazione e grafica da Gianluca Cannizzo, aka Mypostersucks.

Un posto innovativo ma che riprende, secondo anche il concept gastronomico di Longoni, la tradizione nella sua essenza più pura.

© Riproduzione riservata

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli correlati

Nessun cambio per la 50 Top Pizza. Un’altro ex aequo per Vitagliano e Martucci

La sua 10 Pizzeria di Bagnoli a Napoli condivide il gradino più alto del podio della 50...

I volti della Caputo‘s Cup al Coca-cola Pizza Village di Napoli

Al Coca-cola Pizza Village di Napoli abbiamo avuto modo di intervistare pizzaioli provenienti dai quattro angoli del...

In Sicilia la pizzeria Saccharum è la migliore per 50 Top Pizza

Non si fermano i riconoscimenti per Saccharum, pizzeria ad Altavilla Milicia, a pochi chilometri da Palermo, del pizzaiolo Gioacchino...

Da Svario la pizza romana si esalta con i cocktail

L’abbinamento tra pizza e cocktail è uno dei trend dominanti nella scena contemporanea. Per bilanciare alcuni topping...