spot_img
spot_img
spot_img
PanificazioneForneria Ferrari, tempio dei...

Forneria Ferrari, tempio dei lievitati, celebra 30 anni di attività

Forneria Ferrari celebra trent’anni di attività, protagonista nel territorio italiano grazie a una grande varietà di farine speciali, progetti per il sociale e tanta voglia di innovazione.

La Forneria Ferrari si trova in viale Fratelli Rosselli a Brescia e ha come protagonista da ben trent’anni Nicola Ferrari con l’obiettivo di portare avanti la tradizione dell’arte bainca con una produzione all’insegna delle materie prime del territorio, opportunamente selezionate, e di una costante innovazione.

Oggi la sua Forneria Ferrari vanta un’offerta gastronomica molto ampia di prodotti artigianali da forno, pasticceria e dolci, preparati prestando grande attenzione alle materie prime usate e continuando a sperimentare così da offrire al consumatore il miglior risultato possibile. “Usiamo solo ingredienti genuini e di altissima qualità – spiega Nicola Ferrari – e con il lievito madre produciamo artigianalmente pane, schiacciate, pizze, focacce, salatini, grissini, brioche, croissant, trecce e crostate. Ma anche pasta fresca e ripiena, pasticceria fresca e secca e dolci da ricorrenza”.

LEGGI ANCHE: Forno Brisa, nasce la prima public company nel mondo della panificazione

Da sempre il suo motto è “Il gusto di innovare”, tanta tradizione ma con una particolare attenzione rivolta alle sperimentazioni come la decisione di utilizzare una speciale farina “Farina Intera®️”, caratterizzata da un maggiore contenuto di fibre solubili che rallentano l’assorbimento di grassi e zucchero nel sangue riducendo di conseguenza il rischio di diabete, obesità e malattie cardiovascolari. Si tratta di una farina prodotta con metodo brevettato e naturale, che libera la fibra solubile dalla parte legnosa della crusca, nata dalla collaborazione tra le Università di Bologna e di Pavia. Bontà e salute, in un’unica combinazione.

Il suo modo di portare innovazione nel mondo dell’arte bianca passa anche per il sociale e per la sostenibilità infatti, da anni sono attivi presso la sua forneria progetti di inclusione che permettono a ragazzi con disabilità di vario tipo di formarsi come stagisti e avvicinarsi al mondo del lavoro.

 Siamo attenti anche alla sostenibilità e agli scarti, doniamo ogni giorno alla Caritas ciò che non vendiamo. Crediamo che questi gesti quotidiani siano il modo migliore per contribuire, nel nostro piccolo, a rendere il nostro territorio un posto migliore” dichiara Ferrari.

© Riproduzione riservata

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli correlati

Nessun cambio per la 50 Top Pizza. Un’altro ex aequo per Vitagliano e Martucci

La sua 10 Pizzeria di Bagnoli a Napoli condivide il gradino più alto del podio della 50...

I volti della Caputo‘s Cup al Coca-cola Pizza Village di Napoli

Al Coca-cola Pizza Village di Napoli abbiamo avuto modo di intervistare pizzaioli provenienti dai quattro angoli del...

In Sicilia la pizzeria Saccharum è la migliore per 50 Top Pizza

Non si fermano i riconoscimenti per Saccharum, pizzeria ad Altavilla Milicia, a pochi chilometri da Palermo, del pizzaiolo Gioacchino...

Da Svario la pizza romana si esalta con i cocktail

L’abbinamento tra pizza e cocktail è uno dei trend dominanti nella scena contemporanea. Per bilanciare alcuni topping...