spot_img
spot_img
spot_img
HomeEmergentiFocacceria dei Mercanti, la...

Focacceria dei Mercanti, la rivoluzione della focaccia 2.0 nel cuore di Palermo

Focacceria dei mercati può essere definita un luogo dove la tradizione e le espressioni vitivinicole siciliane incontrano la maestria dell’arte bianca narrata attraverso la creazione di rustiche e ricercate focacce, dai profumi e sapori particolarmente invitanti.

Un morbido impasto a base di farina di grano tenero, olio extravergine di oliva, acqua, sale, farcito con formaggio fresco. Questa è la tradizionale ricetta semplice ma unica della focaccia che ha visto nel corso degli anni un grande apprezzamento e il sorgere di numerosi locali anche in Sicilia. Le origini della focaccia sono molto antiche, già fenici, cartaginesi e greci utilizzando farine di orzo, di segale e di miglio ne cuocevano al fuoco; in Sicilia la tradizione della focaccia risulta ricollegabile al mito greco di Demetra e Core, alle quali in primavera si faceva un caro dono votivo.

Oggi nel territorio siciliano sono presenti numerose realtà conosciute per realizzare focacce di alta qualità proprio come la giovanissima Focacceria dei Mercanti (Corso Vittorio Emanuele 156) sita nel cuore storico di Palermo, nella strada più antica della città definita anticamente del Cassaro e più precisamente nel quartiere Loggia, fulcro degli scambi commerciali e principale punto di ritrovo per i mercanti, da cui deriva la scelta del nome della focacceria. Un vero luogo di culto per gli appassionati dello street food siciliano nata dall’idea del giovane pasticcere e appassionato dell’arte bianca Vincenzo Albicocco.

Qui è possibile godere di un’esperienza unica ovvero quella di gustare la focaccia appena sfornata che si presenta croccante fuori e con una morbidezza dentro davvero invitante,farcita con ingredienti di alta qualità, provenienti da numerose città italiane come il provolone del Monaco formaggio semiduro a pasta filata stagionato e prodotto nell’area della Penisola Sorrentina, la sbriciolona Toscana, la nduja calabrese; ma anche eccellenze siciliane come la ricotta, il pistacchio, le mandorle e non poteva mancare la salsa di sfincione rivisitato.

LEGGI ANCHE: La focaccia di Bagheria con la ricotta, colazione tradizionale della Festa dei morti

A tal proposito, l’offerta si arricchisce e diventa ancora più interessante con la possibilità data al cliente di “personalizzare” la focaccia con un’ampia selezione di ingredienti presenti all’interno del menu: guanciale, speck, porchetta, acciughe e ancora una varietà di formaggi selezionata primo sale, gorgonzola, stracciatella, pecorino e tanto altro ancora. Non mancano le verdure, le creme di ricotta, di patate; le salse e le fondute per i palati più esigenti.

Tagliere

Interessante la proposta enogastronomica che si caratterizza per la presenza di antipasti e taglieri, da abbinare a una selezione attenta di etichette vitivinicole che spazia dalle bollicine ai rossi, tutti provenienti dal territorio siciliano che meglio esprimono in abbinamento le peculiarità delle preparazioni del giovane patron Vincenzo Albicocco.

La Focacceria del giovane Vincenzo vuole essere dunque, un luogo di svago e amicizia, di leggerezza e passione per i gusti semplici e tradizionali; un punto di riferimento dove la gente del posto e i numerosi turisti che popolano la città possono gustare diverse declinazioni di focacce accompagnate da un buon calice di vino siciliano.

Dopo queste necessarie premesse, abbiamo rivolto a Vincenzo alcune domande per conoscere meglio la sua storia e l’interessante realtà gastronomica che da qualche mese ha aperto le sue porte alla clientela della città.

Quando nasce la Focacceria dei Mercanti e a cosa si deve la scelta di questo nome?

Il 15 novembre nasce, nel cuore di quello che era un tempo il fulcro del commercio per numerosi mercanti che provenivano da diverse parti della Sicilia e non solo, il mio progetto gastronomico da cui prende il nome proprio dalla zona in cui si trova: una focacceria da sapori unici e tradizionali con materie prime ricercate e di alta qualità. Nonostante la mia preparazione come pasticcere, la passione e l’amore per l’arte bianca è stata sempre predominante a tal punto da decidere di realizzare quest’anno uno dei miei tanti sogni.

Focacce

Quale tipologia di impasto utilizzi per la preparazione delle focacce? E in merito agli ingredienti impiegati cosa puoi dirci?

Utilizzo una miscela di tre farine Petra: la semola, una farina 0 e una farina integrale. Viene realizzato un prefermento di biga a 24 ore, lasciato a riposare per altre 24 ore e dopo una precottura viene ultimato con una seconda cottura defnitiva per dare maggiore friabilità. L’effetto “crunch” qui è assicurato, morbida dentro e croccante fuori.

I prodotti presenti nelle focacce sono testimoni della filosofia che sta alla base della mia realtà gastronomica a Palermo ovvero: un prodotto finito di alta qualità realizzato con ingredienti espressione del territorio da cui provengono come il provolone del Monaco, la sbriciolona toscana, la nduja calabrese e tanto altro ancora. Tutti da scoprire. 

Interessante la scelta di inserire in abbinamento alle focacce anche i vini. Quale tipologie sono presenti all’interno del menu e consigli ai tuoi clienti?

Ho selezionato diverse tipologie di etichette provenienti da quattro diverse realtà vitivinicole siciliane di Trapani, Marsala, Ragusa e Palermo. Perfette da abbinare con le creazioni proposte secondo una regola di abbinamento capace di soddisfare tutti, anche i palati più esigenti.

Qual è la focaccia maggiormente richiesta?

“L’Ammiraglio” è sicuramente una delle focacce più richieste farcita con mortadella, stracciatella e pistacchio. Una prelibatezza per il palato caratterizzata da un’esplosione di sapori difficile da resistere.

© Riproduzione riservata

Articoli correlati

Errico Porzio apre un’altra pizzeria a Nola in provincia di Napoli

Errico Porzio ha aperto l'ennesima pizzeria. Il locale si trova a Nola, sulla Variante 7 bis e...

Cédric Grolet, il pasticcere più famoso dei social, apre un nuovo bar a Parigi

Uno dei pasticceri più famosi al mondo e dei social, Cédric Grolet, apre un nuovo bar a...

Giorgio Cecchini vince la puntata dedicata all’Umbria de Il Forno delle Meraviglie in onda su Real Time

Giorgio Cecchini, proprietario del Forno “Cecchini dal 1958” di Marsciano, a vincere l’ultima puntata de “Il Forno...

Arriva la pizza con lo champagne al posto dell’acqua nell’impasto

Due bottiglie di Veuve Clicquot Brut vengono utilizzate per creare un'impasto per un totale di circa 30 pizze. I proprietari...