spot_img
spot_img
spot_img
Nuove ApertureFermento nella Capitale: San...

Fermento nella Capitale: San Biagio Pizza e Bolle sbarca all’EUR

Una perfomance con il vento in poppa. Il progetto San Biagio Pizza e Bolle, sull’onda del grande successo di pubblico, continua a crescere e raddoppia la sua offerta a Roma

Alla sede originaria di via Oslavia nel quartiere Prati ne affianca una nuova all’Eur, in viale Europa. Un’apertura che si fregia di alcuni plus, fra cui una drink list più strutturata e di ampio respiro e un dehor con circa 20 coperti all’esterno, che ne fa la prima pizzeria a taglio che propone un vero e proprio momento aperitivo.

Protagonista assoluta la pizza romana in teglia, lo street food ‘sacro’ per eccellenza. San Biagio è il santo protettore della gola che, secondo la leggenda, moltiplicò il volume di un panettone. Il miracolo viene fatto da Mauro Pedone, fuoriclasse della pizza in teglia classe ’92 formatosi con Pierdaniele Seu, che realizza un prodotto leggero e croccante, ma con il giusto corpo per accogliere materie prime top, perché da Pizza & Bolle anche la pizza in teglia è gourmet.

LEGGI ANCHE: Per la prima volta a Vinòforum si parlerà di pizza

Come spiega lo stesso Pedone: “La mia idea di pizza in teglia nasce dal desiderio di ritrovare la pizza a taglio croccante che mangiavo quando ero piccolo. Ovviamente rendendo il tutto più moderno attraverso un lavoro innovativo sugli impasti: l’uso di farine da grani antichi e un’idratazione all’80% rendono la struttura fragrante e al tempo stesso digeribile”. Per i più golosi, imperdibili il pollo allo spiedo, i fritti e un bancone gastronomia con leccornie DOP e IGP.

Le pizze in menu sono le stesse di via Oslavia, tra grandi classici e ricette più innovative: imperdibili la Pizza Tramezzino, la Biagio in Provenza (patate sfoglia, peperoni, cipolla dolce, capperi, erbe provenzali), la Pastrami (pastrami, misticanza, cetriolini Jumbo, senaple homemade, olio evo), o la pizza dolce Torta della Nonna (impasto ai cereali, crema pasticcera e pinoli tostati).

Da non perdere un must assoluto. I celebri ‘Rubik di San Biagio’, i cubi di pizza farciti con i gusti più iconici della tradizione gastronomica romana, ma non solo.

La grande novità è la carta delle bollicine e dei vini, tutte pensate per l’abbinamento perfetto con la pizza a taglio. Nel nuovo San Biagio Eur è infatti possibile ordinare una bottiglia o un calice alla mescita, accomodarsi e godersi un ottimo aperitivo in pizzeria. Champagne, Franciacorta, Trento DOC, Rifermentati e altre Cuvée pregiate da tutto il mondo davvero esclusive per delle pizzerie, tra referenze naturali e convenzionali. Presente anche una selezione di cocktail classici, come gin tonic e spritz.

San Biagio Eur diventa così la prima pizzeria a taglio di qualità a concentrarsi anche sul momento aperitivo”, spiega Jessica Ciaralli, PR, HR e formazione sala del Gruppo Pizza e Bolle.

In carta nel nuovo San Biagio Eur abbiamo anche una referenza tutta nostra. Abbiamo parlato con il produttore e abbiamo creato ad hoc un Franciacorta personalizzato, che risulta più secco rispetto ad un classico Franciacorta, con sentori di crosta di pane – perfetti per la pizza – agrumi e mandorla. Una bolla dove il nord incontra il sud. Un Franciacorta interessante e inusuale, che è un po’ una ‘supercazzola’ in senso buono, e il nome esprime bene il concetto: si chiama N’tani fa Peppino”, spiega Riccardo Squillace, gastronomo e selezionatore di materie prime del Gruppo Pizza e Bolle.

Un approfondimento doveroso perché le cooprotagoniste del Gruppo Pizza e Bolle sono, insieme alla pizze, le ‘Bolle’. In tutte le insegne è presente una carta di bollicine davvero importante per sdoganare un po’ il solito abbinamento pizza-birra.

© Riproduzione riservata

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli correlati

Pizza Week Milano 2024: il futuro della pizza è qui

Un'occasione unica per scoprire i segreti delle migliori pizze, le nuove tendenze del settore e gli abbinamenti...

Gambero Rosso presenta la Guida Pane e panettieri d’Italia 2025

La sesta edizione della Guida di Gambero Rosso è un elogio agli artigiani, capaci di far fronte...

Mario Nyari: “I giovani ungheresi vengono a Napoli per imparare i segreti della pizza”

Quest'anno abbiamo avuto il piacere di intervistare dei ragazzi che sono venuti a Napoli dall'Ungheria per imparare...

Jessica De Vivo, la nuova stella del Coca-cola Pizza Village

Jessica De Vivo è quest’anno l’unica pizzaiola proprietaria a presenziare al Coca Cola Pizza Village di Napoli....