spot_img
spot_img
spot_img
NotizieDa Callegari, Prete a...

Da Callegari, Prete a Bachour. Le masterclass di Moretti Forni al Sigep 2023 – #Day2

In occasione della 44a edizione del Sigep di Rimini vi raccontiamo la seconda giornata con le masterclass dedicate ancora una volta alle innovative proposte di Moretti Forni in collaborazione con i grandi maestri dei lievitati italiani.

I grandi pizzaioli italiani si sono esibiti in un viaggio culinario esclusivo nell’affascinante mondo della pizza con il leader assoluto per le tecnologie di cottura dei prodotti lievitati Moretti Forni.

Dal 1946 la mission aziendale è rendere perfetta ogni cottura applicando la precisa armonia tra innovazione ed esperienza. Neapolis, serieS, serieT e serieX rientrano negli investimenti in macchinari innovativi caratterizzati da una particolare tecnologia.

L’innovazione, la qualità e la facilità di utilizzo sono tutti i principali fattori che contraddistinguono le loro creazioni a partire dal forno SerieS Evolution, nato per abbattere il consumo energetico del 30%. Neapolis il primo e unico forno elettrico capace di raggiungere i 510° in 1 ora e 45 minuti. SerieT, ideato per ritmi produttivi e capace di raggiungere la temperatura in breve tempo, rendendo la fase di cottura rapida ma sempre perfetta. SerieX, il primo forno al mondo con Inclusive Technology™ progettato per essere utilizzato facilmente da ogni operatore anche non professionale, garantendo sempre il perfetto risultato di cottura. Fino ad arrivare a preparare una pizza perfetta con Proven® l’unico forno statico professionale al mondo che raggiunge i 400°C reali con un consumo medio di 1,5kWh ed una potenza installata di soltanto 3 kW (Prove 60) per realizzare ogni tipologia di pizza.

Vi presentiamo questi rivoluzionari strumenti attraverso sfiziose creazioni protagoniste della masterclass di Domenica 22 nell’area di Moretti Forni.

Thomas Violi e Luca Casanova – Forno Urbano (Trento)

Ingegnere edile votato totalmente all’arte bianca, Thomas Violi, sin dai tempi dell’università ha coltivato la passione per gli impasti per poi cimentarsi totalmente nella sua nuova avventura:Forno Urbano, vincitore delle 2 rotelle Gambero Rosso 2021 – 2023.

Oggi ha deliziato i presenti con tre specialità realizzate con la tecnologia avanzata della serieS di forni Moretti: focaccia farcita ai semi; pane con la zucca e pan bauletto ai semi. Morbidezza e fragranza in combinazione con l’aromaticità delle farine e dei semi utilizzati, sprigionati grazie a una cottura in forno elettrico statico, sono le principali caratteristiche che denotano la maestria con cui sono stati realizzati.

Stefano Callegari – Sforno, Sbanco, Tonda, La Rossa (Roma)

Stefano è l’inventore del Trapizzino: una tasca di pizza bianca romana a forma di tramezzino, aperta e riempita con i condimenti della cucina romanesca. Sia in Italia che a New York, utilizza i forni Moretti, in particolare Neapolis. La Guida “Pizzerie 2023” del Gambero Rosso ha inserito Stefano Callegari nella sezione Le Stelle, visto che negli ultimi dieci anni ha ottenuto sempre Tre Spicchi.

Ma la pizza rotonda è stata la vera protagonista della master class, cotta con l’utilizzo della tecnologia messa a disposizione dal forno Neapolis, serieS e Link ovvero, il primo riscaldatore professionale con elettronica intelligente firmato Moretti Forni. Una combinazione perfetta per garantire al prodotto finale assoluta qualità, morbidezza e croccantezza all’impasto e al bordo non particolarmente alto .

Ha dichiarato: “Il calore è un elemento fondamentale, cruciale, per questo lavoro, per noi
che trasformiamo un impasto in pane, o in una pizza, come nel mio caso. Ho sempre avuto
questa consapevolezza: un forno di qualità cambia le tue prestazioni
“.

Mauro Morandin– Morandin – (Saint-Vincent, AO)

Ritorna a deliziare i presenti Mauro Morandin, uno dei massimi esperti sui grandi lievitati a livello internazionale, questa volta con la torta veneranda vincitrice Pasticceria Award 2008. Grazie alla sua maestria e alla tecnologia innovativa del forno serieS Moretti Forni la frolla avvolge il palato in modo armonico, senza lasciare il palato particolarmente unto vista la presenza importante del burro.

Massimiliano Prete – Sestogusto (Torino)

Massimiliano non ama definirsi pizzaiolo, bensì lievitista, perché sono gli impasti il vero fiore all’occhiello della sua proposta culinaria tanto da guadagnare il titolo di Ambasciatore del Gusto, Maestro d’Impasti 2017 e i 3 Spicchi Gambero Rosso 2021 – 2022 – 2023.

Nel suo locale sperimenta i modi migliori di combinare la grande tradizione della pizza e la
precisione della pasticceria, il gusto per la cucina autentica e la costante ricerca sui lievitati proprio come l’invitante pizza gourmet contemporanea cotta con il forno Moretti serieS composta da una succulenta interpretazione del vitello tonnato, carpaccio di Fassone con una tartare di tonno, salsa tonnata e cavolo di Bruxelles. I sapori sono assolutamente decisi ma smorzati da un impasto a regola d’arte fatto di: giusta croccantezza e morbidezza invitante.

Renato Bosco – Saporè (San Martino Buon Albergo – VR)

Il maestro per eccellenza dell’arte bianca italiana Renato Bosco anche questa volta ha sorpreso i presenti con un’interessante preparazione: pane con pomodorini, alici, aglio olio e prezzemolo fresco cotto con l’utilizzo della tecnologia messa a disposizione della serieX forni Moretti. La semplicità e genuinità degli ingredienti utilizzati come condimenti impreziosiscono la fetta di pane dal crunch assicurato ma per nulla invadente.

Giovanni Zuccarello – Sazi e Sani (Catania)

Oggi facciamo tappa in Sicilia con Giovanni Zuccarello, premiato con i 2 Spicchi Gambero Rosso 2022 – 2023, pizzaiolo di grande esperienza che mira ad ottenere la perfezione degli impasti nonché la ricerca degli ingredienti per ottenere come prodotto finale una pizza innanzitutto gustosa e di assoluta qualità.

Ha incuriosito i presenti con la sua pizza napoletana contemporanea condita con provola, cacio, ricotta di pecora, mozzarella. Bordi morbidi caratterizzati da un delicato effetto “crunch” in combinazione con un’acidità e dolcezza degli ingredienti usati per il topping ben equilibrata, sono tutti i fattori che la rendono non solo una semplice pizza ma un piatto da assaporare.

Davide Di Bilio – Fuori Tempo – (Canale d’Alba, CN)

Davide ha proposto ai presenti un’interessante Refining® padellino con gambero scottato alle erbe selvatiche, mousse di carciofi e frutto del cappero. La morbidezza dell’impasto e la sua perfetta alveolatura ha reso protagonisti l’aromaticità e il gusto deciso ed intenso delle erbe aromatiche e dei carciofi usati come topping. 

Antonio Bachour – Bachour Miami (Miami, Florida)

Il tocco internazionale dei lievitati arriva anche al SIGEP con Antonio Bachour, nato a Porto Rico ha sviluppato la sua passione per la pasticceria fin da piccolo. Oggi è lo chef statunitense più seguito sui social, con vari negozi e ristoranti.

Deliziosa la sua Almond strawberry cake, torta di mandorle e fragole cotta con l’alta tecnologia della serieS forni Moretti. La farina di mandorle rende all’assaggio l’impasto umido e leggero, mentre le mandorle a scaglie posizionate in cima lo impreziosiscono conferendo un delicato scricchiolio al morso.

© Riproduzione riservata

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli correlati

Ciro Salvo raddoppia a Napoli e apre 50 Kalò in Piazza della Repubblica

A dieci anni dalla nascita di 50 Kalò, Ciro Salvo raddoppia in città. Una nuova pizzeria, concepita...

Orgoglio Veneto, una pizza in aiuto dei territori alluvionati della regione

Pizza creata da Dino Forlin per aiutare chi ha subito danni e chi sta lavorando per ripristinare...

I migliori 5 stand al Tuttopizza 2024. Le sorprese e le novità di questa edizione

Tuttopizza è divenuto il luogo dove vengono definite le tendenze del settore pizza in Italia e come in...

Da De Martino, Pavone, Palmigiano e Pellone. I cooking show di Molini Riggi al TuttoPizza 2024

In occasione della 7a edizione del "TuttoPizza" di Napoli vi raccontiamo i cooking show di questi giorni...