spot_img
spot_img
spot_img
PasticceriaColomba pasquale di Marzapani...

Colomba pasquale di Marzapani tra tradizione, innovazione e canditi

Non è Pasqua senza colomba. Il dolce della tradizione, quello che non può mancare sulla tavola, il più amato e caratteristico, battendo anche le uova di cioccolato.

Per Pasqua 2024, Peppe Flamingo propone le colombe che mettono tutti d’accordo, da quella scomposta, ai canditi che piacciono a tutti

I grandi lievitati delle feste, come panettone e colomba, sono i più tradizionali, ma spesso anche i più divisivi per i pranzi. Chi sostiene che i canditi ci devono essere, se no non è una vera colomba, chi li detesta e non vuole neanche sentirne parlare. E poi c’è chi la preferisce classica, chi al pistacchio, chi rigorosamente al cioccolato… Ma tutti concordano su un punto: deve essere buono l’impasto, meglio se fatto a regola d’arte. Riconoscere la qualità del prodotto dalla sua confezione, però non è affatto semplice.

Con questa offerta così ampia e variegata di prodotti, dai supermercati alle pasticcerie, a volte è difficile trovare la colomba perfetta per il palato di tutti i commensali. – Commenta Peppe Flamingo, proprietario del Gruppo Flamingo, al quale fanno capo Don Peppinu e Marzapani – Va detto, poi, che non sempre i prodotti definiti artigianali sono davvero migliori di quelli da supermercato. Oggi, sono in molti ad usare il lievito madre essiccato in polvere, che aiuta ed accelera i processi produttivi, rendendo possibile creare un grande lievitato in appena 48 ore circa. Certo, è più veloce e il rischio di errore diminuisce, ma il risultato è nettamente diverso. Noi usiamo esclusivamente lievito madre fresco, che cresce in acqua e viene rinfrescato almeno una volta al giorno. Se deve essere utilizzato, lo ravviviamo 3 volte al giorno, distanziate almeno di 3 ore e mezzo. 10 ore solo per la preparazione del lievito, un processo che con il lievito essiccato avviene in 10 secondi. Ma vi assicuro che ne vale la pena, e che il gusto è nettamente diverso”.

In effetti, le colombe prodotte da Peppe Flamingo nel suo laboratorio di Marzapani sono apprezzate all’unanimità in tutto il mondo, con moltissime richieste di invio di prodotti da tutte le regioni di Italia e da molti paesi oltre confine ed oltre oceano. 

Resta, però, il nododei gusti personali, che spesso possono essere molto divisivi. A questo Peppe Flamingo risponde con la sua colomba scomposta. È possibile ordinare una colomba vuota, soffice e purissima, senza alcun ripieno, e poi scegliere a parte tutte le farciture che si desiderano: arancia fresca candita artigianalmente, uva passa macerata nel Marsala, cremosa al cioccolato di Modica, al pistacchio, al Mou, o le marmellate ai mandarini tardivi e altro ancora. Ognuno potrà farcire il suo dolce come vuoi.

LEGGI ANCHE: La colomba artigianale di Marzamemi tra tradizione e innovazione

E per la questione canditi?In molti dicono di odiare i canditi, ma è perché non hanno mai mangiato i veri canditi artigianali. Questi hanno un gusto completamente diverso da quelli industriali, che sono secchi, insapori o addirittura aspri o aciduli. Noi li prepariamo a mano nel nostro laboratorio utilizzando solo le migliori arance siciliane, poi li candiamo in sottovuoto, riuscendo così a cuocere molto meno la frutta, e questo potete capirlo dal colore vivo e dal bouquet aromatico, che rimane uguale a quello del frutto fresco. Ciò che otteniamo è un candito meno dolce, più fresco e morbido, che mantiene intatto il suo profumo. Provare per credere, e vedrete che li ameranno tutti i vostri commensali” conclude Flamingo.

© Riproduzione riservata

spot_img
spot_img
spot_img

Articoli correlati

La Guida agli Extravergini 2024: da 24 anni uno strumento per far conoscere oli, storie e territori

Un lavoro di squadra: 125 collaboratori in tutta l'Italia hanno recensito 686 aziende segnalando 1071 oli extravergini...

La pizzeria l’elementare fa poker: apre nella capitale la quarta sede a testaccio

La pizzeria L'elementare continua la sua espansione nella Capitale, e apre la sua quarta sede a Testaccio. Segue inarrestabile...

Pasquale Miele, da Mirandola al Campionato Mondiale della Pizza

Pasquale Miele, patron della pizzeria "Da Pasquale" di Mirandola, in provincia di Modena, un vero e proprio tempio della...

La sfogliatella si fa salata, un’eresia o una felice contaminazione?

La sfogliatella, nata come dolce conventuale con la forma che ricorda il cappuccio di un monaco, si...