spot_img
spot_img
spot_img
PasticceriaBinario 450, la nuova...

Binario 450, la nuova visione innovativa della pizza di Salvo Meola

A Bagheria, oltre le pietanze e i dolci tipici del periodo natalizio, dallo sfincione al buccellato, troviamo diversi ristoranti e pizzerie che rivisitano la tradizione e propongono innovativi piatti che attirano i gourmand di tutta la Sicilia.

Binario 450, adiacente alla Stazione di Bagheria, é una pizzeria che cerca di proporre l’innovazione applicata alla tradizione. Il locale è ubicato in uno spazioso ex magazzino ristrutturato dalle Ferrovie dello Stato, rifunzionalizzato in pizzeria dal giovane pizzaiolo Salvo Meola e dall’imprenditore Fabio Rizzo.

I due giovani ci hanno visto bene perchè nel locale si respira da subito un’aria moderna e contemporanea che ben accompagna la proposizione di una buona pizza classica Napoletana a cui si affianca una cucina di alta professionalità.

Il pizzaiolo Salvo Meola, in questi anni ha affinato tecniche e ha sviluppato esperienza tale per poter offrire ai suoi clienti delle pizze ben curate con topping di qualità. Meola ha dotato la pizzeria delle più interessanti attrezzature, come il forno Valoriani, pensato con modifiche ad hoc per lui, avvalendosi tra l’altro della tecnologia e delle innovazioni offerte dalla SAGRIM che gli permettono di preparare topping molto particolari, al fine di rendere le sue pizze uniche ed accattivanti.

La Sala di Binario 450

Binario 450, una giovane realtà che ambisce a diventare un punto di riferimento per il territorio bagherese, propone un tocco nuovo con un menù caratterizzato da prodotti del territorio siciliano e km0, ben valorizzati. La cantina di vino deve essere ancora ben strutturata ma consente comunque una discreta scelta. Il locale è dotato di circa 100 posti ben distribuiti all’interno e in previsione della stagione estiva altri 200 si aggiungeranno visto la vasta area esterna che consentirà di raddoppiare la capienza senza alcuna difficoltà. La mese in place é interessante, con una tovaglietta segnaposto sotto il piatto che riprende il logo dell’attività.

Un locale ben arredato con elementi evocativi che richiamano il nome del locale che si presenta molto bene con uno stile post industriale. Il servizio in sala è adeguato alle ambizioni di totale qualità a cui aspira il locale con ambienti ben curati e puliti. Possiamo affermare che troviamo le giuste condizioni per passare una bella serata conviviale in compagnia.

Ecco le pizze che abbiamo degustato per voi:

Una nuova concezione di Margherita, con una base di datterino giallo che rende la pizza dolce nel gusto in bocca dove la freschezza della stracciatella si abbina molto bene e crea piacevolezza e scorrevolezza.

Il basilico croccante definisce il piatto insieme alla polvere di pomodoro che conferisce quel tocco orientale, tenuto conto che l’utilizzo si connota come una spezia preziosa. Una pizza ben strutturata con una decisa identità e connotazione.

Andiamo all’impasto con cornicione un po’ disomogeneo, ma comunque ben areato, molto verace. L’impasto non presenta profumi particolari ed é abbastanza croccante. Circa 40 ore di maturazione, farine non troppo proteiche tipo 1, tipo 2, tipo 0 e anche olio di germe di grano. Idratazione al 70%.

La pizza in pala al pulled pork, é una pizza sfiziosa. Interessante l’idea di riportare la vittoriosa storia del panino più goloso del momento, in una pizza che usa prodotti di territorio: una cipolla caramellata di Tropea, una provola dei Nebrodi, salsa elaborata dallo chef in cucina, patate nostrane.

Un gradevolissimo profumo promana dal mix degli ingredienti, una pizza impegnativa ma dal gusto deciso e bene equilibrato che costituisce una bella novità con una chiara caratterizzazione. Una pizza bianca, alta e croccante, non molto fragrante. Piccola annotazione; avremmo preferito fare un crounk maggiore che solitamente si avverte. Idratazione all’ 85% e farine utilizzate tipo 1 e 2.

© Riproduzione riservata

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli correlati

Ciro Salvo raddoppia a Napoli e apre 50 Kalò in Piazza della Repubblica

A dieci anni dalla nascita di 50 Kalò, Ciro Salvo raddoppia in città. Una nuova pizzeria, concepita...

Orgoglio Veneto, una pizza in aiuto dei territori alluvionati della regione

Pizza creata da Dino Forlin per aiutare chi ha subito danni e chi sta lavorando per ripristinare...

I migliori 5 stand al Tuttopizza 2024. Le sorprese e le novità di questa edizione

Tuttopizza è divenuto il luogo dove vengono definite le tendenze del settore pizza in Italia e come in...

Da De Martino, Pavone, Palmigiano e Pellone. I cooking show di Molini Riggi al TuttoPizza 2024

In occasione della 7a edizione del "TuttoPizza" di Napoli vi raccontiamo i cooking show di questi giorni...