spot_img
spot_img
spot_img
NotizieArriva la legge Massari...

Arriva la legge Massari che riconosce il mestiere di pasticciere con titolo ufficiale

Una vera rivoluzione prenderà avvia nel mondo della pasticceria e della ristorazione con la legge Massari, il decreto che prende il nome dal famoso pasticciere e volto televisivo che ha sollecitato l’iniziativa.

“La chiamiamo legge Massari per riconoscerne a pieno titolo la paternità al maestro”, ha spiegato il ministro dell’Agricoltura Francesco Lollobrigida che ha illustrato il provvedimento al The Dolce World Expo di Rimini. Si tratta di una legge che riconoscerà i mestieri di pasticciere, chef e artigiano del cibo con un titolo ufficiale, al pari di quanto avviene già in altri Paesi.

Il provvedimento è approdato nei giorni scorsi alla Camera, dove lo stesso Lollobrigida ha spiegato che non comporterà alcun esborso rilevante da parte delle casse dello stato, perché costerà in tutto 2mila euro l’anno per il conio delle medaglie, ma “ha un grande valore economico”. Se il disegno di legge verrà approvato, si istituirà la figura di Maestro dell’arte della cucina italiana.

LEGGI ANCHE: Iginio Massari premiato ambasciatore del gusto al Ferrara Food Festival

Questo nuovo provvedimento punta a riconoscere e premiare le eccellenze dell’arte culinaria italiana. In particolare, viene istituito un premio al merito denominato “Maestro dell’arte della cucina italiana”. Come già accade in terra francese dove ogni anno dal 1924 viene assegnato il titolo di “Miglior Artigiano di Francia” allo chef e al pasticcere più bravi, anche in Italia dal 2025 verrà istituito un riconoscimento simile.

Proprio a Iginio Massari verrà affidata la guida della commissione che sarà incaricata di giudicare tecnicamente la qualità dei Maestri meritevoli del riconoscimento di Maestro dell’Arte della Cucina Italiana.

© Riproduzione riservata

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli correlati

Nessun cambio per la 50 Top Pizza. Un’altro ex aequo per Vitagliano e Martucci

La sua 10 Pizzeria di Bagnoli a Napoli condivide il gradino più alto del podio della 50...

I volti della Caputo‘s Cup al Coca-cola Pizza Village di Napoli

Al Coca-cola Pizza Village di Napoli abbiamo avuto modo di intervistare pizzaioli provenienti dai quattro angoli del...

In Sicilia la pizzeria Saccharum è la migliore per 50 Top Pizza

Non si fermano i riconoscimenti per Saccharum, pizzeria ad Altavilla Milicia, a pochi chilometri da Palermo, del pizzaiolo Gioacchino...

Da Svario la pizza romana si esalta con i cocktail

L’abbinamento tra pizza e cocktail è uno dei trend dominanti nella scena contemporanea. Per bilanciare alcuni topping...