spot_img
spot_img
spot_img
RecensioneAlla Pizzeria Staiano dal...

Alla Pizzeria Staiano dal 1964 una pizza classica di Chiaia con un cuore moderno

Pizzeria Staiano dal 1964 è una realtà giovane nel cuore di Chiaia, il quartiere salotto di Napoli, nata dal sogno di un padre e un figlio di rimettere le mani in pasta e ritornare ad essere pizzaioli. Un vero e proprio tempio della pizza “a ruota di carro” o pizza napoletana tradizionale.

Pizzeria Staiano dal 1964 (via Giacomo Piscicelli al n. 31 – tel. 081660092) a Napoli, ideata da Massimo e Renato Staiano, padre e figlio, due anni e mezzo fa, è la pizzeria ideale per degustare la pizza classica napoletana a Napoli.

Precedentemente all’ apertura, Massimo e Renato Staiano gestivano le altre pizzerie di famiglia, ma non ne erano mai i pizzaioli e ciò ha comportato, per i due, una forte mancanza di soddisfazioni date dalla clientela che hanno poi fortemente ricercato nella nuova pizzeria di loro proprietà.

Renato Staiano è però il vero cuore della pizzeria, un ragazzo che ha imparato in famiglia l’arte del fare la pizza. Tutto ebbe inizio quando il nonno e il padre, già dall’età di 16 anni, lo portarono in pizzeria e gli insegnarono i segreti del mestiere. Egli, nonostante, abbia negli anni imparato a fare qualsiasi tipo di pizza, tra cui quella sponge, non si è mai voluto del tutto distaccare da quei ricordi, così ha deciso di includere nel suo nuovo menù solo le pizze tradizionali, anche perché per lui è nella semplicità che sta la ricchezza e sono proprio le pizze più semplici le migliori, ad esempio la sua preferita è la provola e pepe.

Queste pizze tradizionali non mancano però di innovazione. Infatti, l’idratazione dell’impasto che prima il nonno faceva al massimo al 65%, ora, sotto determinate condizioni di temperatura, Renato Staiano la porta quasi al 75%. Stessa cosa vale per la lievitazione che prima veniva fatta in giornata, ora invece, le ore variano tra le 48-72 ore e la maturazione in frigo che prima non veniva fatta proprio, mentre ora Renato ne fa almeno 16 ore.

LEGGI ANCHE: Pomodorì, una nuova realtà da scoprire a Pompei

Quello di Pizzeria Staiano dal 1964 è un menù variegato di pizze tradizionali napoletane, in cui è possibile restare sorpresi per le forme, producono una pizza quadrata, e per gli abbinamenti, hanno creato una montanara con mortadella, ricotta e pistacchio al posto della classica montanara napoletana.

La location è calda e tipica con circa 25 posti a sedere tra la sala interna e i’esterno situata in un tipico vicoletto del quartiere Chiaia a Napoli.

Ecco le pizze che abbiamo degustato per voi:

Margherita classica, pizza napoletana tradizionale “a ruota di carro” con passata di pomodoro, mozzarella di Bufala, olio extravergine di oliva e basilico.

La consistenza è leggera e scioglievole, morbidissima, sembra quasi di avere del burro in bocca. Buona l’acidità della passata di pomodoro utilizzata e bella l’idea di utilizzare seppur sempre tagliata a julienne la mozzarella di Bufala per la pizza base al posto del fiordilatte.

Pizza quadrata, pizza napoletana tradizionale di forma quadrata con il cornicione ripieno di friarielli e provala il primo lato, di ricotta e provola il secondo, di fiordilatte e prosciutto cotto  il terzo e di melanzane a funghetto e fiordilatte il quarto, per il topping centrale si opta per la mozzarella di Bufala, scaglie di Parmigiano Reggiano, prosciutto crudo, pomodorino fresco e rucola

Seppur all’apparenza può sembrare una pizza pesante grazie al loro impasto è leggerissima e vi è anche equilibrio negli aromi in quanto la rucola, la ricotta e la mozzarella donano freschezza, il pomodorino dà acidità, il friariello apporta il gusto amaro e il prosciutto cotto e crudo la succulenza. Una pizza assolutamente da degustare per essere immersi in un solo istante nel brio di sapori che solo Napoli può donare.

© Riproduzione riservata

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli correlati

Pizza Week Milano 2024: il futuro della pizza è qui

Un'occasione unica per scoprire i segreti delle migliori pizze, le nuove tendenze del settore e gli abbinamenti...

Gambero Rosso presenta la Guida Pane e panettieri d’Italia 2025

La sesta edizione della Guida di Gambero Rosso è un elogio agli artigiani, capaci di far fronte...

Mario Nyari: “I giovani ungheresi vengono a Napoli per imparare i segreti della pizza”

Quest'anno abbiamo avuto il piacere di intervistare dei ragazzi che sono venuti a Napoli dall'Ungheria per imparare...

Jessica De Vivo, la nuova stella del Coca-cola Pizza Village

Jessica De Vivo è quest’anno l’unica pizzaiola proprietaria a presenziare al Coca Cola Pizza Village di Napoli....