spot_img
spot_img
spot_img
SiciliaAlla pizzeria Saccharum in...

Alla pizzeria Saccharum in scena la nuova tendenza, l’abbinamento pizza e bollicine

Ad Altavilla Milicia Gioacchino Gargano ha consolidato con Saccharum (Via Marina della Bruca 1, Altavilla Milicia – 091 9103210) la fama di tappa obbligata per gli appassionati di pizza in Sicilia.

I due spicchi attribuiti dalla prestigiosa Guida Pizzerie d’Italia 2021 del Gambero Rosso nel 2020 ad appena un anno dall’apertura avvenuta nel 2019 e il titolo di Migliore Pizzeria in Sicilia 2021 costituiscono la cartina al tornasole di un eccellenza riconosciuta da una clientela oramai sempre più vasta e fidelizzata.

Elevata idratazione, lunga lievitazione che rendono la pizza alveolata e ben digeribile, l’utilizzo di prodotti di alta qualità e combinati con creatività e il rispetto dei tre criteri della biodiversità, della stagionalità e della filiera controllata, unitamente alla gradevolezza del locale, con ampi spazi e finemente arredato e ad un servizio di sala adeguato, sono gli elementi essenziali che ne hanno decretato il successo.

LEGGI ANCHE: Saccharum, per il Gambero Rosso una pizzeria dallo sprint incontenibile

Ma Gioacchino non si crogiola sugli allori ed è alla continua ricerca di novità per soddisfare esigenze e richieste di una clientela abituata ad essere accompagnata dalla descrizione accurata dal personale di sala nella scelta delle pizze e degli abbinamenti, grazie alla carta delle birre artigianali e dei vini, assecondando curiosità e voglia di conoscere e sapere, in ordine ai prodotti proposti e consigliati, ai luoghi d’origine e alle procedure di preparazione.

La vera sorpresa che riserva Saccharum per la nuova stagione primaverile ed estiva è la nuova carta delle bollicine siciliane e italiane e addirittura dello Champagne. Perché se l’abbinamento pizza vino e birre artigianali è un classico, scegliendo ovviamente in base ai gusti della pizza, oggi la proposta dalla direttrice di sala Loredana Sparacino va oltre, proponendo l’accostamento  pizza e bollicine, sofisticato, fuori dal comune ma soprattutto…che funziona.

Credit Photo: Giuseppe Fricano – 2022

A Loredana che insieme a Gioacchino condivide l’esperienza imprenditoriale ma soprattutto il percorso di vita matrimoniale, abbiamo posto delle domande per capire meglio il nuovo trend e le reazioni della clientela rispetto alle nuove proposizioni e accostamenti.

Pizza champagne e bollicine, accostamenti che vogliono osare, quali le ragioni che vi hanno convinto ad assecondare questa tendenza?

Ci è parso un giusto compromesso tra l’opulenta ricchezza dei condimenti di alcune pizze e l’eleganza della giusta bolla che sollecita i sensi e suscita forte emotività e suggestione e lasciando alla fine dell’esperienza degustativa, le papille gustative in festa. Abbiamo assecondato un trend legato alle bollicine, sempre più protagoniste in tavola e sempre più richieste. Quello che un tempo era un lusso diventa sempre più una tendenza diffusa e democratica. D’altronde un gioco di abbinamenti che funziona alla grande. Oggi una pizza gourmet ben si abbina con raffinati Champagne che si possono accostare ai vari tipi di pizza suscitando una piacevole sorpresa. Per le pizze molto cariche è un vantaggio orientarsi sulle bollicine, perché con il loro perfetto connubio di acidità e freschezza “puliscono” il palato dal grasso di formaggi e dei salumi. Per le pizze con abbinamenti di pesce le bollicine fanno sempre bene il suo dovere, ma anche un rosato, uno champagne risultano perfetti per accompagnare la cucina di mare.

Quali sono le vostre proposte nella carta delle bollicine regionali, nazionali ed internazionali ?

Per quanto concerne le bollicine siciliane proponiamo la linea delle prestigiose cantine Tornatore, Murgo, Casa Grazia e Milazzo, mentre in ambito nazionale i nostri clienti possono richiedere il Bella Vista. Sullo Champagne abbiamo fatto delle scelte ben mirate che ci portano ad offrire un tris provenienti da produttori della famosa regione francese: Champagne Juillet – Lallement, una piccola maison familiare con vigneti classificati Grand Cru delle Montagne de Reims con una grande versatilità negli abbinamenti, sia con la cucina di mare che di terra, Champagne Benoit Munier, di un piccolissimo produttore di 7.000 bottiglie affinato sui lieviti per 4 anni, da abbinare con il pesce e infine lo Champagne De Saint Gall, un Rosè d’assemblaggio, molto versatile da accostare con diverse tipologie di pizza. Tra l’altro sia gli spumanti che lo champagne è disponibile anche in calice.

Ulteriori novità su abbinamenti che possono incrociare la curiosità e la propensione della vostra clientela a sperimentazioni e innovazioni?

Abbiamo colto una tendenza sempre più acccentuata di accostare la pizza al cocktail e per gli appasionati abbiamo predisposto una carta dei gin che spaziano da quello siciliano dell’Etna, a ottimi gin nazionali e di provenienza estera, dalla Germania, al Giappone, dall’ Inghilterra alla Spagna. Un trend molto diffuso nei paesi anglosassoni e che trova sostenitori sempre più numerosi anche qui in Italia e in Sicilia con un’impronta generazionale smaccatamente giovanile a cui Saccharum è in grado di consigliare e servire, grazie a personale specializzato, le migliori associazioni tra i diversi gusti pizza e i cocktail più in voga.

Credit Photo: Giuseppe Fricano – 2022

Saccharum ha comunque predisposto ulteriori novità per la stagione primaverile che vedrà l’offerta di nuove pizze che privilegieranno i prodotti dell’agricoltura, con abbinamenti di ortaggi di stagione a km 0, lavorati e trasformati che assicurano originalità nel gusto. Ampio spazio in questi mesi è stato concesso alla selezione del personale specializzato attraverso un processo di formazione continua per il servizio di sala che necessita sempre più di percorsi di fidelizzazione di risorse umane pienamente integrate nel progetto e nella filosofia del locale.

Ma le novità per la clientela riguarderanno anche la mise en place e un’offerta più ricercata dei fritti, anche per andare incontro alle esigenze di quanti interpretano l’antipasto classico non come intermezzo in attesa della pizza ma come un piatto con una precisa identità che esige preparazione, elaborazione e presentazione adeguata.

www.saccharum.com

© Riproduzione riservata

spot_img
spot_img
spot_img

Articoli correlati

La Guida agli Extravergini 2024: da 24 anni uno strumento per far conoscere oli, storie e territori

Un lavoro di squadra: 125 collaboratori in tutta l'Italia hanno recensito 686 aziende segnalando 1071 oli extravergini...

La pizzeria l’elementare fa poker: apre nella capitale la quarta sede a testaccio

La pizzeria L'elementare continua la sua espansione nella Capitale, e apre la sua quarta sede a Testaccio. Segue inarrestabile...

Pasquale Miele, da Mirandola al Campionato Mondiale della Pizza

Pasquale Miele, patron della pizzeria "Da Pasquale" di Mirandola, in provincia di Modena, un vero e proprio tempio della...

La sfogliatella si fa salata, un’eresia o una felice contaminazione?

La sfogliatella, nata come dolce conventuale con la forma che ricorda il cappuccio di un monaco, si...