spot_img
spot_img
spot_img
HomeNotizieAl via la quinta...

Al via la quinta edizione del contest Best AVPN Pizzeria 2023

Qualità della pizza, selezione delle materie prime, abbinamenti, servizio di sala, design della location: questi saranno i canoni di valutazione a disposizione dei pizzaioli veraci dell’associazione per decretare la Pizzeria vincitrice.

Prosegue il calendario 2023 dell’Associazione Verace Pizza Napoletana, che vede come ultimo appuntamento dell’anno la quinta edizione di Best AVPN Pizzeria, il format firmato da Associazione Verace Pizza Napoletana che ha come protagoniste oltre mille pizzerie veraci in ben 55 nazioni da ogni angolo del globo. 

Dopo il successo delle passate edizioni che hanno visto trionfare La Notizia di Enzo Coccia nel 2014, 50 Kalò di Ciro Salvo nel 2019, Pizzeria da Attilio di Attilio Bachetti nel 2021 e Casa De Rinaldi di Salvatore De Rinaldi 2022, Best AVPN Pizzeria si conferma il contest di riferimento per la massima espressione dell’arte bianca.

“C’è grande attesa per questa nuova edizione di Best AVPN Pizzeria – dichiara Antonio Pace, Presidente dell’Associazione Verace Pizza Napoletana – che conferma la formula che sin dall’inizio contraddistingue il nostro evento. Che ha come principale caratteristica quella di poter vantare una giuria composta da grandi professionisti del settore, per di più con una visione internazionale del nostro comparto; e si sa che il valore di un premio è tanto più grande quanto più è esperta una giuria”.

LEGGI ANCHE: L’Associazione Verace Pizza Napoletana approva il forno rotante 

Dalle ore 11:00 del 6 novembre alle ore 11:00 del 5 dicembre, ogni pizzaiolo Verace, in ogni continente, sarà coinvolto nella selezione del Best AVPN Pizzeria 2023, attraverso il link di accesso inviato dall’Associazione. Ogni membro dell’associazione avrà diritto a un solo voto per ogni pizzeria di cui è titolare, senza poter votare la propria attività.

Una sfida che per circa un mese vedrà all’opera la giuria tecnica composta da tutti gli affiliati AVPN presenti in tutti i continenti, i quali avranno come criteri di valutazione qualità della pizza, selezione delle materie prime, abbinamenti con vino, birra e cocktail, servizio di sala e design della location. Un vero challenge che si concluderà con la proclamazione del vincitore, giovedì 7 dicembre, in occasione del 6° anniversario dell’Arte del Pizzaiolo Napoletano come Patrimonio immateriale dell’umanità

© Riproduzione riservata

Articoli correlati

Errico Porzio apre un’altra pizzeria a Nola in provincia di Napoli

Errico Porzio ha aperto l'ennesima pizzeria. Il locale si trova a Nola, sulla Variante 7 bis e...

Cédric Grolet, il pasticcere più famoso dei social, apre un nuovo bar a Parigi

Uno dei pasticceri più famosi al mondo e dei social, Cédric Grolet, apre un nuovo bar a...

Giorgio Cecchini vince la puntata dedicata all’Umbria de Il Forno delle Meraviglie in onda su Real Time

Giorgio Cecchini, proprietario del Forno “Cecchini dal 1958” di Marsciano, a vincere l’ultima puntata de “Il Forno...

Arriva la pizza con lo champagne al posto dell’acqua nell’impasto

Due bottiglie di Veuve Clicquot Brut vengono utilizzate per creare un'impasto per un totale di circa 30 pizze. I proprietari...