spot_img
spot_img
spot_img
Il ProtagonistaAl siciliano Gioacchino Gargano...

Al siciliano Gioacchino Gargano il premio ‘Pizza e Mediterraneo’ della Guida Pizza & Cocktail Bar D’Autore di Identità Golose

Gioacchino Gargano, della pizzeria Saccharum ad Altavilla Milicia, a pochi chilometri da Palermo, conquista tutti con il suo sfincione e riceve il prestigioso premio ‘Pizza e Mediterraneo’.

L’occasione è la presentazione della prima edizione della nuova Guida Pizza & Cocktail Bar D’Autore di Identità Golose. Un importante riconoscimento per il giovane pizzaiolo siciliano che ha scalato velocemente l’olimpo delle pizze raccontando il suo territorio attraverso ingredienti eccellenti e impasti innovativi. 

Sfincione bagherese_© Benedetto Tarantino

 La nuova guida Pizza & Cocktail Bar D’autore di Identità Golose ha voluto premiare il lavoro di valorizzazione delle ricette tradizionali e di ricerca delle materie di Saccharum con la seguente motivazione:  “Il Mediterraneo è la nostra patria, la pizza una delle sue modalità espressive. Vogliamo premiare un pizzaiolo che ha saputo cogliere questo legame, recuperando il racconto delle tante pizze – o per meglio dire sfincioni – della sua Sicilia.”

Ingredienti semplici e impasti preparati a regola d’arte esaltano prodotti locali d’eccellenza, tra cui spicca il lavoro di ricerca e selezione delle conserve di mare, dove viene valorizzato il lavoro di pescatori e piccoli produttori locali che ogni giorno con passione lavorano tutto il meglio che il mare della costa Tirrenica siciliana ha da offrire. Rapporti umani, prima ancora che commerciali che lo chef cura personalmente. Le acciughe di Aspra, ingrediente fondamentale dello sfincione bagherese, sono un’antica eccellenza ittica siciliana e vengono prodotte a pochi kilometri di distanza dalla pizzeria, con una ricetta perfezionata dallo chef, così come il tonno sott’olio, la bottarga o l’allaccia, o il capone utilizzati nelle sue ‘pizze di mare’ che raccontano il Mediterraneo. Il menù di Saccharum è un tripudio di sapori di terra e di mare e anche un concreto sostegno alle comunità di pescatori del territorio e alla valorizzazione del loro patrimonio culturale e gastronomico.

LEGGI ANCHE: Pizza del weekend: lo sfincione bianco bagherese di Gioacchino Gargano

“Una grande gioia – racconta con gioia Gioacchino Gargano – mi riempie d’orgoglio ricevere un premio per il lavoro di valorizzazione e ricerca delle pizze tradizionali e del pescato locale del mio piccolo territorio. Molte volte diamo per scontato quello che abbiamo sotto gli occhi, invece mi sono reso conto che è la diversità e il racconto delle nostre radici che ci rende unici. Lo sfincione è una pizza molto lievitata e spugnosa che ancora oggi si prepara in casa soprattutto durante il periodo natalizio, ma che oltre il palermitano quasi nessuno conosce. Avere suscitato curiosità e attenzione sulla pizza della mia infanzia è un’emozione grandissima.”

Gioacchino Gargano, ha attentamente studiato ricette e tradizioni della Sicilia occidentale per offrire una panoramica completa non solo delle differenti versione di sfincione, ma anche di rianata e tabbisca, altre tipologie di pizze tradizionali diffuse a Trapani e a Sciacca. La speciale sezione del menù di Saccharum è un viaggio che comprende: una versione di sfincione con impasto di farina evolutiva, lo sfincione bagherese, lo sfincione palermitano, la focaccia messinese, la rianata trapanese e la tabbisca di Sciacca.

© Riproduzione riservata

spot_img
spot_img
spot_img

Articoli correlati

Cimarra 4 la pizza romana senza glutine e cocktail originali a Monti

Mathew Myladoor e Renato Strazzeri creano nello storico rione un concept di pizzeria di quartiere, con una...

Quarta apertura per il “Re dei supplì”che adesso punta sui fritti

Venanzo Sisini, il “Re dei supplì”, ha aperto il quarto indirizzo suggellando la collaborazione con l’imprenditore Marco...

PizzBurgh e Francesco Arena insieme per la pizza “Gran Messina”, un connubio di sapori e tradizione

Nasce la pizza Gran Messina dedicata alla città. Da un'idea di Mirko Iannello e Francesco Arena. Alla...

La Guida agli Extravergini 2024: da 24 anni uno strumento per far conoscere oli, storie e territori

Un lavoro di squadra: 125 collaboratori in tutta l'Italia hanno recensito 686 aziende segnalando 1071 oli extravergini...